Conte
News
I DETTAGLI

Dpcm, c’è la firma di Conte: coprifuoco dalle 22, stop a spostamenti nelle zone rosse [SCARICA IL PDF]

I provvedimenti attivi da giovedì: Dad dalla seconda media in su per le aree ad alto rischio e smart working ai “livelli massimi”

Non sarà un lockdown nazionale, ma solo per le zone considerate “rosse” e ad alto rischio. A determinarlo il nuovo Dpcm, del quale è stata diffusa una bozza nel pomeriggio odierno cui ha fatto seguire la firma del premier Conte. Le misure saranno attive da giovedì 5 novembre e fino al 3 dicembre.

CLICCA QUI per leggere il DPCM

SCUOLA
L’attività scolastica in presenza prosegue solo per gli alunni di elementari e medie. Eccezion fatta per le zone rosse, dove anche per seconda e terza media sarà in vigore la didattica a distanza. Seduti al proprio banco, inoltre, i bambini dovranno indossare obbligatoriamente la mascherina.

SPOSTAMENTI
La mobilità sarà praticamente nulla per i cittadini residenti nelle zone ad alto rischio, come determinato dall’Iss. Sarà vietato ogni spostamento in entrata ed in uscita dal territorio per le aree che ricadono nello scenario 3, mentre per quelle dello scenario 4 gli spostamenti saranno completamente vietati. Per quanto riguarda i trasporti, invece, la capienza dei mezzi pubblici sarà ridotta fino al 50% (eccezion fatta per gli scuolabus).

COPRIFUOCO
Il Dpcm parla inoltre di un coprifuoco nazionale, valido dalle ore 22 alle 5 del giorno successivo. Gli unici spostamenti consentiti sono quelli per motivi lavorativi, di salute. Fortemente sconsigliato, inoltre, muoversi con mezzi pubblici o privati nell’arco della giornata.

SMART WORKING
Lo smart working sarà intensificato, raggiungendo i “massimi livelli possibili”, sia nel settore della Pubblica amministrazione, sia nel privato.

SPORT
Le attività sportive come quelle di circoli o centri saranno sospese solo nelle zone rosse (anche quelle all’aperto). Consentito svolgere, invece, attività motoria in solitaria e nel rispetto delle norme di distanziamento. Vietato l’utilizzo degli spogliatoi, in ogni caso.

ALTRO
Stop a concorsi, prove pubbliche e private, mentre saranno chiuse anche sale giochi, scommesse, casinò, mostre e musei. Stop alle crociere delle navi passeggeri battenti bandiera italiana. I corsi di formazione saranno consentiti solo con modalità a distanza, mentre le scuole guida resteranno aperte a meno di un peggioramento della situazione epidemiologica.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo