Toro
Sport
PIANETA GRANATA

Dove eravamo rimasti? Toro, da chi ripartire…

Domani la prima del 2023 contro il Verona

Finalmente si torna a parlare di campo e di partite, di vigilie e di conferenze stampa: oggi tocca a Ivan Juric prendere la parola, domani il suo Toro sfiderà l’Hellas Verona. Tra Filadelfia e Grande Torino, i granata respirano nuovamente aria di Serie A, con l’obiettivo di svoltare definitivamente in questo 2023. Anche perché, per come si era chiuso lo scorso anno, le prospettive del salto in alto ci sono tutte: Rodriguez e compagni si portano dietro un’eredità da dieci punti nelle ultime cinque partite, con la possibilità di allungare la striscia contro il fanalino di coda della classifica. Il Verona viene da dieci sconfitte consecutive e la prima e unica gioia della stagione è dello scorso 4 settembre, il Toro ha l’obbligo di non fallire il primo appuntamento del nuovo anno.

Per farlo proverà a contare sulla spinta del pubblico, anche se il Grande Torino non si preannuncia particolarmente bollente: rimangono disponibili biglietti in tutti i settori dello stadio, si va dai 20 euro delle curve ai 190 euro della Tribuna Grande Torino. I gialloblu, invece, non potranno nemmeno avere la propria gente al seguito, con la trasferta vietata ai sostenitori in arrivo dal Veneto: «È penalizzante per noi perché sappiamo quanto ci spingano, abbiamo un’ulteriore responsabilità di cercare di fare un risultato positivo» ha dichiarato il tecnico Zaffaroni, “titolare” della panchina che è a tutti gli effetti di Salvatore Bocchetti. E anche l’ex difensore è un altro della banda genoana di Gasperini, così Juric troverà un altro vecchio compagno.

Per batterlo, però, non potrà contare su Pietro Pellegri, fermato dall’ennesimo problema fisico della sua carriera: l’attaccante ne avrà fino a fine gennaio, ora l’allenatore pensa alle soluzioni per sostituirlo. Ne ha in mente due, con il sostituto naturale Sanabria che, complice un periodo non particolarmente brillante a livello realizzativo (zero gol nelle quattro amichevoli invernali), potrebbe essere scavalcato da Radonjic in un tridente leggero con Vlasic e Miranchuk.

Il tecnico farà gli esperimenti ancora oggi, mentre non ha dubbi per il pacchetto arretrato: Buongiorno è squalificato, con Djidji e Schuurs giocherà Rodriguez. Coperta corta anche tra mediana e corsie, gli unici arruolabili sono Lukic e Ricci con Lazaro e Vojvoda, mentre Linetty prova a recuperare per la panchina.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo