Douglas Costa
Sport

Douglas Costa shock: “Al Gremio costretti a perdere per non essere uccisi”

Il calciatore della Juve racconta un incredibile episodio avvenuto nel 2009 in patria: “I tifosi non ci avrebbero perdonato se avessimo fatto vincere il titolo ai rivali dell’Internacional”

La rivelazione è di quelle shock. Perdere una partita per non rischiare di essere uccisi: è ciò che è successo a Douglas Costa e ai suoi compagni quando militava ancora in patria, tra le fila del Gremio. In un’intervista rilasciata al canale di YouTube “Pilhado”, il calciatore brasiliano della Juventus ha raccontato che, nel 2009, il Gremio fu costretto a perdere contro il Flamengo per non consegnare il titolo del Brasilerao ai rivali dell’Internacional di Porto Alegre.

“Alla fine del primo tempo, col Flamengo in corsa per il titolo, il risultato era di 1-1 e l’Internacional stava vincendo. Ci fu detto che se avessimo vinto la gente avrebbe invaso la pista in aeroporto e non saremmo potuti partire e che i tifosi del Gremio avrebbe voluto ucciderci. Consegnare il titolo all’Internacional sarebbe stata una macchia per la storia del Gremio. La partita si concluse 2-1 per il Flamengo e fummo tutti felici. Ma se li avessimo battuti, saremmo morti”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo