Intercettato al casello autostradale di Rondissone

Doppiofondo dietro la targa dell’auto per nascondere la droga: 45enne in manette

Il nascondiglio è stato "fiutato" dal cane Jane e per il corriere non c'è stato nulla da fare. L'uomo è stato arrestato dalla guardia di Finanza che ha sequestrato, complessivamente, più di 7 chili di hashish

Doppiofondo dietro la targa per nascondere la droga: il nascondiglio è stato "fiutato" dal cane della Finanza "Jane" e il corriere è stato arrestato (foto d'archivio)

Svelato il “trucchetto” del corriere della droga. L’uomo, un 45enne di origini kosovare, aveva ricavato un ingegnoso doppiofondo “tecnologico” dietro la targa della sua vettura per nascondere e trasportare la “roba”. La trovata non ha però tratto in inganno Jane, il pastore tedesco della guardia di Finanza e per l’uomo sono scattate le manette.

IL “FIUTO” DI JANE NON PERDONA
I fatti risalgono alla scorsa notte. Il 45enne era a bordo di un’Opel Meriva diretta a Torino quando è stato fermato, per un normale controllo, al casello autostradale di Rondissone. Non appena l’auto è stata fatta accostare, il cane della squadra cinofili del gruppo pronto impiego delle “fiamme gialle” di Torino, ha mostrato segni di “interesse”.

AUTO E CONDUCENTE SOTTOPOSTI A CONTROLLI
All’apparenza, tutto sembrava regolare ma le insistenze del pastore tedesco per la vettura hanno indotto i “baschi verdi” ad approfondire il controllo. Il kosovaro è stato allora accompagnato negli uffici del comando e la sua Opel sottoposta ad una più accurata ispezione.

SCOPERTO IL NASCONDIGLIO DELLA DROGA
E’ stato a questo punto che sono emerse le “anomalie”. Nel vano ricavato dietro la targa di circolazione, infatti, sono stati rinvenuti i primi involucri di cellophane contenenti la droga. Subito dopo, nel corso della perquisizione personale, all’interno delle suole delle scarpe dell’uomo, sono stati scoperti ulteriori involucri di droga.

SEQUESTRATI 7 CHILI DI HASHISH
Complessivamente i finanzieri hanno scovato più di 7 chili di hashish, suddivisi in un centinaio di panetti: sia la droga che l’autovettura utilizzata per il trasporto sono stati sequestrati. Il corriere, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di traffico di stupefacenti e condotto in una cella del carcere Lorusso-Cutugno di Torino a disposizione dell’autorità giudiziaria.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single