anarchici via forli
Cronaca
VIA FORLÌ

Dopo lo sgombero dall’Edera Squat gli anarchici occupano l’ex banca

Una cinquantina di persone ha ribattezzato l’ex filiale Intesa Sanpaolo come circolo “La Crepa”

Occupazioni a macchia d’olio. Sembra essere questa l’ultima strategia squat dopo lo sgombero dei locali di Edera, avvenuto lo scorso 3 ottobre. Ieri mattina una cinquantina di anarchici ha preso di mira l’ex filiale Intesa Sanpaolo in via Val Della Torre angolo via Forlì, nel quartiere Lucento. «Abbiamo occupato il circolo “La Crepa” – hanno annunciato gli squatter che appartengono allo stesso gruppo della casa occupata Edera -. Questa non è solo una risposta diffusa allo sgombero, ma anche una conferma di voler restare nel quartiere Lucento-Vallette, una zona alla fine della città, alla fine di qualche linea del tram, alla fine solo un dormitorio. Per noi l’inizio di un percorso, l’inizio di lotte sul territorio, l’inizio di una rete oltre ai movimenti». Una settimana fa lo stesso collettivo aveva occupato una polisportiva, sempre nello stesso quartiere. Si tratta dell’ex circoletto rosso abbandonato di strada Altessano. «Questo però non sarà l’Edera 2.0 – continuano gli occupanti – . Non vogliamo provare a ricreare un ciclo che ai nostri occhi è concluso, cinque anni irripetibili da tenere vivi e di cui fare tesoro. Ma sarebbe un peccato non cogliere l’occasione, una transazione violenta in cui si naviga a vista, ma che per questo non è già scritta e apre spazi di possibilità». Sul caso anche la Circoscrizione 5. «Siamo preoccupati per queste continue occupazioni di edifici – dichiara il vicepresidente, Antonio Cuzzilla -. Siamo consapevoli che bisogna trovare una soluzione. Ci sono beni patrimoniali che sono gestiti da noi e sarebbe il caso di effettuare maggiori controlli, creando sinergia con le forze dell’ordine». La situazione, nel frattempo, è monitorata dalla Digos. Gli occupanti hanno stilato un programma di attività da portare avanti nei prossimi giorni, da assemblee ad aperitivi musicali. Per sabato prossimo è previsto un incontro sulle Olimpiadi Invernali 2026 Milano-Cortina. Mentre per oggi è stato annunciato un corteo contro il carcere.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo