hub serra aeroponica gn
Cronaca
MIRAFIORI

Dopo l’hub la serra aeroponica: «Così rilanciamo l’ex mercato»

Un progetto per via Plava. Due milioni e 660mila euro per i mercati della 2

Una serra aeroponica per dare un futuro all’area dell’ex mercato coperto via Plava, attualmente utilizzata come hub vaccinale fino al 31 dicembre 2022. È il progetto del Comune di Torino che mira a far rinascere un luogo simbolo di Mirafiori Sud. L’aeroponica è concepita come una tecnica di coltivazione in serra, in completa assenza di terreno. Un intervento a basso impatto ambientale che consente di coltivare piante sfruttando direttamente le sostanze nutritive disciolte nell’acqua che viene nebulizzata. «Una soluzione – spiegano da Palazzo Civico -, che potrebbe offrire interessanti spunti per il futuro».

MERCATI
Ma non finisce qui. Il rilancio delle aree mercatali della 2 riguarderà anche via Baltimora, Don Grioli, via Pavese e via Nitti. Tutti usufruiranno dei fondi del Pnrr che porteranno sul territorio due milioni e 660mila euro. Per Baltimora previsti lavori (al costo di 300mila euro) per il rifacimento degli impianti, dei servizi igienici e per una nuova segnaletica. Per Don Grioli, spesso poco utilizzato, cantieri per l’impiantistica, la segnaletica, il ripristino della pavimentazione e un sistema di illuminazione adeguato ai tempi. Per via Nitti, aperto solo mercoledì e venerdì pomeriggio, largo a interventi di tipo impiantistico, alla realizzazione di un secondo servizio igienico e al restyling della pavimentazione. Per via Pavese, a Mirafiori Sud, 100mila euro per adeguamenti igienici più altri 630mila euro di fondi Pnrr per impiantistica e pavimentazione e risoluzione del problema delle griglie sugli alberi. «La nostra speranza – spiega il presidente della Circoscrizione 2, Luca Rolandi -, è che questi interventi portino, in un prossimo futuro, ad un aumento del numero dei banchi nei mercati. Parzialmente ridotti». Ad eccezione di corso Sebastopoli che nonostante i cantieri in corso continua ad essere il fiore all’occhiello del quartiere Santa Rita.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo