autorimessa cantiere
Cronaca
VIA COL DI LANA

Dopo 10 anni addio al cantiere dell’autorimessa mai costruita

Il Tar dà ragione al Comune. Smantellate le opere dei box “fantasma”

Dieci anni di cantiere spazzati via in un pomeriggio da ruspe e operai. Dieci anni, però, di un cantiere mai partito visto che ha sempre regnato il degrado tra le vie Col di Lana, Asiago e Chambery. Un angolo di Pozzo Strada dove avrebbe dovuto sorgere un’autorimessa con 130 box auto su tre piani interrati, più il rifacimento del giardino in superficie. I lavori però non sono mai iniziati e la vicenda, dopo anni di nulla di fatto, è finita davanti al Tar. Che a maggio ha emesso la sentenza, obbligando i proprietari dell’area a sgomberare tutto. E infatti ieri il cantiere, di fatto un cantiere fantasma, è stato smantellato. Non sono mancati momenti di tensione, perché chi quel cantiere l’aveva installato non era d’accordo a demolirlo e sul posto sono arrivati i carabinieri. Quando gli animi si sono calmati, la ditta ha ripreso lo smantellamento delle opere.

E così si conclude una vicenda lunga dieci anni. Il 2012 era infatti l’anno d’inizio lavori, con l’autorimessa che doveva essere finita nel 2013. Operazioni mai partite anche per baruffe tra i proprietari dell’area, cinque in tutto, che hanno prodotto cause civili per anni. Il Comune ha concesso proroghe fino al 2019, poi il 6 novembre dello stesso anno ha ordinato le demolizioni. I proprietari si sono quindi rivolti al Tar per far annullare il provvedimento di demolizione. I giudici amministrativi, alla fine, hanno dato ragione a Palazzo Civico e così i proprietari sono stati obbligati a rimuovere il cantiere. A perderci, in questi dieci anni, sono stati gli acquirenti dei box mai realizzati e anche gli abitanti dell’area circostante, che hanno sopportato degrado, erba alta e sporcizia. «Finalmente sparisce un cantiere che non è mai iniziato, auspico ora che il giardino torni com’era prima», afferma Stefano Bolognesi, consigliere FdI della Tre, autore in questi anni di numerose interpellanze per conoscere il futuro dell’area.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Rubriche
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo