Schermata 2017-07-06 alle 08.12.33
News
LA STORIA

San Secondo, donne rapinate in negozio: “Diciamo basta alla paura”. E i bambini scrivono ai ladri: “Non tornate”

Troppe aggressioni, le commercianti non si sentono più al sicuro. Disegni dei ragazzini e post-it di solidarietà dopo due colpi

Troppe aggressioni e rapine, le commercianti di San Secondo non si sentono al sicuro. Due colpi in pochi giorni, sempre ai danni di donne sole in negozio: violenza e insulti. Per pochi soldi.

L’ultimo episodio martedì pomeriggio in via Valeggio all’angolo con via Massena, nella lavanderia di Monica Puglisi. «Erano le due del pomeriggio e il quartiere era deserto – racconta ancora sotto shock la donna -, a un certo punto è entrato un africano, molto alto, non saprei dire quanti anni potesse avere, ma comunque credo fosse giovane. Voleva dei soldi, ma io non ne avevo. Gli ho dato degli oggetti che ho trovato in negozio, ma non gli è bastato. Ha iniziato a tenermi forte il braccio e mi ha urlato “ti ammazzo, ti spacco tutto il negozio e se non ti basta ritorno quando sei da sola”. Ha visto che ero una donna e se ne è approfittato. Mi sono guardata intorno, ho urlato, poi per fortuna si è avvicinata una guardia giurata e l’ha fatto scappare».

Continua a leggere il giornale in edicola oggi

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo