incendio romano canavese 2
Cronaca
ROMANO CANAVESE

Donna morta nell’incendio, si indaga per omicidio colposo

E’ stata aperta un’inchiesta in procura, ma si esclude l’origine dolosa

Si è svolto nella mattinata di ieri il sopralluogo presso l’abitazione andata a fuoco a Romano Canavese e dove una donna, Marisa Sgrò di 69 anni è deceduta per intossicazione da monossido di carbonio. Attualmente in ospedale sono ancora ricoverati il marito, Francesco Antonio Monterosso e il figlio della coppia accorso per salvare i genitori. Ieri mattina in via Alteni c’erano i periti dei vigili del fuoco, il pm Mattia Cravero e il comandante della compagnia di Ivrea dei carabinieri Manuel Grasso. Il sopralluogo, in attesa di un accertamento scientifico definitivo, si è reso necessario per capire se l’incendio sia divampato accidentalmente, oppure provocato da da un errore umano, mentre sarebbe esclusa la pista dolosa. Il magistrato ha aperto un fascicolo penale dove si ipotizza l’omicidio colposo, ma per ora non ci sono indagati. Martedì sera l’allarme era scattato ieri intorno alle 18 nella casa di vicolo Alteni abitata dalla donna e dal marito ottantenne. Un’abitazione di due piani che si affaccia su un cortile sul quale insistono altri due edifici simili, in cui vivono parenti dei due anziani. La casa era riscaldata da un vecchio “putagè”, una stufa a legna situata in cucina, al piano terra dell’edificio. La stanza nella quale, al momento in cui è scoppiato il rogo, si trovava l’ottantenne. La moglie era invece al piano superiore, forse addormentata nel letto. Le fiamme sono state alimentate dai tanti oggetti ammassati dalla coppia in casa e hanno subito sviluppato una spessa coltre di fumo, che ha invaso la cucina ed è salita fino al piano di sopra. L’uomo, anche se “tramortito” dal fumo, sarebbe riuscito a trascinarsi all’esterno, in cortile, dove sarebbe stato soccorso dal figlio, che abita in una delle case vicine. Quest’ultimo si è poi lanciato in casa per cercare di salvare la madre, senza però riuscire a raggiungere il piano superiore a causa del fumo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo