Maxi donazione per l’Hospice dell’ex ospedale Mauriziano
Cronaca
LANZO

Dona 200mila euro all’Hospice: il benefattore resta anonimo

Unico vincolo: i soldi vanno utilizzati per potenziare le attività della struttura

Duecentomila euro. È l’ingente somma che un benefattore che vive nel Ciriacese ha deciso di donare, nel marzo scorso, all’Hospice dell’ex ospedale Mauriziano, di Lanzo.

Un gesto nobile, di grande cuore, per ricordare un suo familiare, prematuramente scomparso proprio nella struttura lanzese. Quando l’Asl To4, che coordina la struttura di via Marchesi della Rocca, ha saputo della donazione, ha voluto ringraziare quest’uomo. Anche perché non è da tutti i giorni che una persona decida di destinare 200mila euro a una struttura sanitaria.

«Il nostro sincero ringraziamento va al benefattore che, con questa preziosa donazione, testimonia il riconoscimento della professionalità degli operatori dell’Hospice di Lanzo e della qualità del lavoro di cura che quotidianamente svolgono», commenta Luigi Vercellino, attuale commissario dell’Asl To4.

Nella lettera in cui venivano spiegate le motivazioni dell’importante gesto, il benefattore ha però voluto precisare come questi soldi dovranno essere impiegati con una sola finalità: potenziare le attività dell’Hospice.

La struttura, che si occupa delle cure dei malati terminali, è nata nel 1999 e da 22 anni fa parte della rete di Hospice inserite nel servizio di cure oncologiche continue, capace di offrire sia cure oncologiche attive che cure palliative, domiciliari e residenziali.

È stata una struttura sperimentale, visto che era la prima a livello piemontese, fortemente voluta dall’Ordine Mauriziano e poi passata nel 2003 alla gestione dell’Asl To6 e attualmente dell’Asl To4. Diventando, con il passare del tempo, un punto di riferimento sia nelle cure oncologiche sia in quelle palliative.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo