Andrea Pirlo
Sport
Le parole della vigilia

Domani Roma-Juve, Pirlo: “Concentrati sulla gara, il caso Suarez non ci ha toccato”

Il tecnico bianconero elogia Morata – “non è la terza scelta” – ma ammette: “Volevamo Dzeko, purtroppo sarà un avversario”

Le prime parole sono sullo scandalo che ha fatto indignare un intero paese, l’esame-farsa di Suarez. Andrea Pirlo prova a tenere la Juve lontano da polemiche e chiacchiericci e assicura: “Ci siamo concentrati solo sul campo, i fatti relativi all’Università di Perugia e all’esame di Suarez non ci hanno minimamente toccato”.

Domani sera c’è la Roma e il tecnico bianconero potrà contare su un’opzione in più in attacco: “Aspettavamo il centravanti che è arrivato due giorni fa. Ma nella mia testa pensavo a come mettere insieme chi c’è già da tempo. Morata è importante, attacca bene la profondità e può fare reparto da solo. Non è stata una terza scelta ma una delle nostre priorità perché a livello tecnico e tattico era un giocatore che cercavamo. Dzeko? Poteva essere un attaccante della Juve, rimane un grandissimo giocatore che stimiamo ma che purtroppo sarà un avversario”.

La formazione è ancora da decidere, Dybala è sempre in forse: “Decideremo nel pomeriggio se portarlo o meno a Roma. Questa settimana ha fatto tanto lavoro fisico”, chiarisce Pirlo. “Turnover? Mi sembra presto. Sceglierò i giocatori migliori per la partita con la Roma“. Nessuno s’illude che quest’anno l’obiettivo scudetto sarà semplice da ottenere: “Si parte tutti da zero, tutti si sono rinforzati, partiamo dai nove scudetti consecutivi ma quando si riparte nessuno è avvantaggiato, dovremmo lottare per essere ancora i migliori. I ragazzi hanno ancora la voglia e la fame di vincere. Questo mi fa stare tranquillo, abbiamo aumentato i cerchi ma c’è sempre grande entusiasmo e voglia di lavorare. nel campionato italiano se non sei al massimo è dura con chiunque”.

Capitolo mercato: “Giusto mandare Pellegrini a giocare un altro anno perché qui magari non avrebbe giocato tante partite quante ne meriterebbe. De Sciglio è a disposizione come lo è stato la settimana scorsa. Dal mercato non mi aspetto niente ma il mercato è ancora aperto e se ci saranno opportunità le valuteremo nei prossimi giorni. Con Khedira abbiamo parlato, stiamo valutando quale può essere la soluzione migliore da prendere in considerazione, valuteremo nei prossimi giorni, speriamo di trovare una soluzione che sia una cosa giusta per entrambi”.

Infine focus su Bernardeschi e Douglas Costa: “Sono due giocatori d’attacco che possono giocare su entrambe le fasce, però da attaccanti. Bernardeschi non lo vedo da trequartista, lui è d’accordo con me e dovrà dare lì il meglio. Cambieremo gli interpreti ma il modello di gioco non cambierà”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo