sonia schellino
News
L’INTERVISTA. Il vicesindaco di Torino Sonia Schellino

«Dobbiamo ripensare il sistema del welfare. Beni essenziali a tutti»

«La rete di Torino Solidale diventerà permanente. La priorità è fronteggiare la povertà alimentare»

Ci sono ferite che non si vedono a occhio nudo, ma saranno quelle con cui la città dovrà convivere per più tempo. L’emergenza coronavirus ha ridotto in povertà un gran numero di torinesi che, dall’oggi al domani, non sono più stati in grado di comprare beni di prima necessità, dal cibo ai prodotti per l’igiene personale. È proprio da qui che la vicesindaca con delega al welfare, Sonia Schellino, immagina di dover ripartire, rinforzando la rete di “Torino Solidale” e applicando un nuovo programma di Welfare a misura di comunità.

Vicesindaca, come cambierà l’assistenza ai più deboli dopo questa emergenza?
«Dobbiamo pensare innanzitutto a stabilizzare il sistema che affronta la povertà di tipo alimentare. In questo senso, vogliamo rinforzare le modalità di aiuto attraverso la rete di “Torino Solidale”, in modo tale da poterla rendere permanente e non solo applicabile all’emergenza.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo