Torino-Modane
News
LE FERROVIE I collegamenti tornano gradualmente alla normalità

DISAGI DA MALTEMPO. Ghiaccio sulla linea ferroviaria Torino-Milano e voli in ritardo da Caselle

Riaperto da RFI il tratto tra Bussoleno e Bardonecchia. Il gelicidio manda in tilt lo scalo di Caselle. Esposito (Pd) attacca: “Un solo mezzo per sghiacciare le ali, è una vergogna”

Tornano in funzione alcune linee ferroviarie interrotte ieri a causa delle abbondanti nevicate. RFI, attraverso una nota diffusa di primo mattino, ha fatto sapere che “il traffico ferroviario, dopo le verifiche di circolabilità fatte da parte dei tecnici, potrà riprendere gradualmente sulla linea Torino-Modane e sulla Pontremolese (Parma-La Spezia). Durante tutta la notte le continue corse raschia-ghiaccio hanno permesso di mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni”.

LA SITUAZIONE

In particolare la linea Torino-Bardonecchia-Modane è stata riattivata fra Bussoleno e Bardonecchia, dopo la sospensione dalle 18.15 di ieri per precipitazioni nevose abbondanti sul suolo. La linea Genova-Torino via Mignanego è attiva fra Genova e Ronco, mentre rimane attivo il servizio sostitutivo con bus fra Ronco Scrivia e Tortona. Ancora sospesa la Genova-Torino via Busalla, per la quale restano attivi servizi sostitutivi con bus.

DISAGI ALL’AEROPORTO.

Il gelicidio su Torino sta causando notevoli disagi all’aeroporto di Caselle. In particolare, si registrano forti disagi. Il senatore del Pd, Stefano Esposito, denuncia su Twitter la presenza di “un solo mezzo per sghiacciare le ali. Il risultato è che questa mattina il ritardo medio dei voli è di 2 ore Una vergogna in una città olimpica. Chi dirige questo aeroporto andrebbe licenziato”.Ritardi fino a 2 ore questa mattina all’aeroporto di Torino a causa del ghiaccio. “Una vergogna in una città olimpica. Chi dirige questo aeroporto andrebbe licenziato”, afferma il senatore Pd Stefano Esposito.

Sono stati causati dal ritardato avvio delle operazioni di de-icing, previste all’interno del contratto di handling tra Aviapartner e Alitalia, i ritardi di questa mattina all’aeroporto di Torino. Lo precisa in una nota Sagat, la società che gestisce lo scalo torinese, che per limitare i disagi subiti dai passeggeri ha chiesto a Sagat Handling di affiancare la concorrente Aviapartner nel de-icing dei voli in ritardo, assicurandosi che questa attività non impattasse sulle altre operazioni di volo.
Particolare rilievo hanno avuto i ritardi dei voli Alitalia per Roma, prima destinazione per numero di passeggeri trasportati dall’Aeroporto di Torino e dunque “di grande interesse” per la comunità piemontese e per Sagat. “Aviapartner ha acquisito come cliente Alitalia attraverso un’offerta commerciale aggressiva in termini di prezzo, a discapito della qualità del servizi erogati e, come i fatti di stamattina dimostrano, non in grado di assicurare la puntualità dei voli”, aggiunge la società che gestisce lo scalo, che intende “tutelare in tutte le sedi il nome e l’immagine della Società lesi da chi non conosce le regole di funzionamento di un aeroporto”.

I ritardi, tra le proteste dei passeggeri, hanno raggiunto le due ore. La pista – precisa Sagat – è sempre stata agibile. Tra i voli c’è stata anche qualche cancellazione.

E SULLA LINEA FERROVIARIA TORINO-MILANO. 

A causa del ghiaccio, si sono registrati nuovi disagi sulla circolazione ferroviaria. A Chivasso alcuni convogli sono stati cancellati e altri treni in partenza per Milano, Torino, Novara e Aosta hanno subito ritardi fino a 70 minuti. Circolazione interrotta su un binario sulla linea Chivasso-Milano per la caduta della fune della linea di contatto non lontano dalla stazione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo