Scuola
News
CAOS SCUOLA

Disabili a casa, ragazzi senza la mensa: centinaia di famiglie contro Azzolina

Una valanga di segnalazioni all’Unione Nazionale Consumatori: «Sembra di essere tornati a marzo»

C’è chi ha dovuto tenere a casa da scuola il proprio figlio autistico per la mancata nomina di un insegnante di sostegno. Chi, per le stesse ragioni, ha dovuto intavolare una vera e propria trattativa con la presidenza per ottenere il permesso di accompagnare un alunno disabile, almeno, fino all’ingresso dell’aula.

E poi, decine e decine di famiglie in difficoltà con la “didat – tica a distanza”, che denunciano come anche la qualità delle lezioni e delle interrogazioni stia progressivamente calando. In meno di dieci giorni dal suono della prima campanella sono almeno 160 le segnalazioni arrivate all’Unione Nazionale Consumatori di Torino, per cui «sembra di essere tornati ai mesi del lockdown, quando la scuola si è trovata nel limbo» secondo gli avvocati Patrizia Polliotto e Samuele Peresti, che stanno raccogliendo le istanze dei genitori anche in provincia.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo