“Il bacio” di Francesco
Hayez rivisitato con mascherina e Amuchina dallo street artist milanese TvBoy
Cronaca
L’INTERVENTO Lo psichiatra e sociologo Alessandro Meluzzi

Dietro la mascherina il fascino del mistero si muta in sensualità

Come cambiano sesso, rapporti e famiglia in tempo di quarantena, paura e malattia

La sessualità è di per sé, come ci spiegano bene la neurobiologia e la psicanalisi, un comportamento soprattutto esplorativo. Avendo a che vedere con la riproduzione e la diffusione del Dna, non può che contenere in sé almeno il germe della promiscuità e della scoperta di relazione con persone più o meno conosciute. È soltanto nella cultura evolutiva delle filosofie e delle religioni che la sessualità si collega poi ad una commistione molto forte con il tema dell’attaccamento sentimentale a base sicura e, quindi, della fedeltà. Ma certamente questo vizietto di esporre corpo, e anche anima in verità, a tanti contatti divertiti e divertenti tende a rimanere presente al di là della letteratura erotica e trasgressiva di ogni tempo. L’irrompere di un virus che tende a distanziare, a isolare, a separare, a rinchiudere sembra perciò antitetico a quel gusto di trasgressione che è entrato nella dimensione delle nostre vite attraverso un secolo di liberazione sessuale. Dunque, inevitabilmente la dimensione del coronavirus influenza il modo in cui la sessualità si manifesta.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo