Slavine
News
IL CASO Le frese fermate da sette metri di neve al Colle delle Finestre

Dieci slavine bloccano la strada, corsa contro il tempo per il Giro

La località è la Cima Coppi dell’edizione 2018 della Corsa Rosa: il 25 maggio la tappa prevista

Corsa contro il tempo ad alta quota per liberare la strada in tempo per il passaggio del Giro d’Italia. Al lavoro ci sono i tecnici del servizio viabilità della Città Metropolitana, che stanno preparando il tratto della provinciale 172 del Colle delle Finestre che venerdì 25 maggio ospiterà la corsa rosa in occasione della tappa Venaria-Bardonecchia Jafferau.

I lavori sono rallentati dalla presenza di dieci slavine nel tratto sterrato che dal Colletto porta ai 2.178 metri del Colle, che sarà la Cima Coppi del Giro 2018. Solo i sopralluoghi effettuati negli ultimi giorni hanno consentito di comporre un quadro esatto della situazione e di prevedere con una certa attendibilità i tempi per la riapertura.

Mentre nel tratto sterrato immediatamente successivo al Colletto da lunedì 7 maggio potrà iniziare la preparazione del terreno con la macchina “grader”, è risultato più difficile del previsto il raggiungimento della località Margaria, a 5 chilometri dal Colle. Ieri uomini e mezzi sono giunti a circa 300 metri, ma si sta operando con grande prudenza su di una strada che rimarrà chiusa al traffico sino a dopo il passaggio del Giro e sarà riaperta come tutti gli anni nel periodo estivo.

Attualmente sono presenti nella zona d’alta quota dalla Margaria al Colle slavine alte sino a 6-7 metri, che occupano un fronte di 50-60 metri, inglobando tronchi e massi. È previsto che i cantonieri lavorino anche venerdì 4 e sabato 5 maggio per liberare la strada dall’imponente massa nevosa con le pale meccaniche, visto che la fresa impiegata nei giorni scorsi non riesce a operare quando l’altezza del manto nevoso è eccessiva e nella neve sono presenti tronchi e massi.

Nel frattempo, è previsto l’intervento di altri mezzi meccanici per liberare il tratto asfaltato della 172 sul versante di Pian dell’Alpe, in Val Chisone. L’obiettivo è di ripulire l’intera carreggiata entro metà mese, per consentire la preparazione dello sterrato in vista del passaggio della carovana del Giro. Dopo la fresatura con la macchina grader, il terreno deve essere rullato per renderlo più compatto e regolare possibile.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo