(foto depositphotos)
Cronaca
CAOS A TORINO

Denunciato per una rapina, incontra vittima in strada e prova ad ucciderla: arrestato

L’uomo, 31enne nigeriano, in manette per tentato omicidio. Prognosi di 60 giorni per il ferito

Caos nel pomeriggio di ieri a Torino, dove gli agenti del Commissariato Dora Vanchiglia hanno arrestato per tentato omicidio un cittadino nigeriano di 31 anni.

I poliziotti, poco dopo le 17.30, sono intervenuti in corso Vigevano per la segnalazione di una rissa in corso. Al loro arrivo, gli agenti vedono il 31enne accanirsi contro un suo connazionale a terra che viene colpito ripetutamente al collo e alla testa con un coccio di bottiglia. I poliziotti bloccano l’aggressore il quale tenta di disfarsi del coccio lanciandolo a distanza. In attesa dell’arrivo del personale medico, gli agenti prestano i primi soccorsi alla vittima tamponando le diverse ferite. Trasportato in ospedale, per le plurime lesioni l’uomo riceverà una prognosi di 60 giorni.

Dalle informazioni raccolte dagli agenti emerge che la vittima alcuni giorni fa era stata aggredita a scopo di rapina da tre persone. Ieri pomeriggio, la vittima incontra nuovamente i tre: uno di questi, il 31enne arrestato, prima chiede spiegazioni alla vittima sulla denuncia che la vittima aveva sporto per la rapina per poi aggredirlo. Al pestaggio partecipano anche le altre due persone in compagnia dell’arrestato che però si danno alla fuga all’arrivo della polizia.

A seguito di accertamenti emerge che l’arrestato, con diversi precedenti di polizia a carico e denunciato in stato di libertà per la rapina patita sabato dalla vittima, era destinatario di un ordine carcerazione dovendo espiare una pena di oltre un anno e tre mesi poiché condannato per associazione a delinquere finalizzata alla tratta e allo sfruttamento della prostituzione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo