tossic park
News
IL CASO

Dentro i nuovi “Tossic Park” dove è tornata l’eroina killer

Le stanze del buco tra Sempione, lungo Dora e pista Baden Powell

Esistono dei non-luoghi, nella nostra città, popolati da fantasmi. Vanno e vengono, si trascinano, si rimpiattano in questi anfratti nascosti agli occhi di tutti. A volte ci muoiono. Vittime di quell’elisir tossico in grado di dare un senso alla loro vita e, allo stesso tempo, capace di toglierla.

Il cantiere ferroviario abbandonato compreso tra via Cigna e il retro della stazione Fossata, al confine col parco Sempione in Barriera di Milano, è la nuova terra promessa degli eroinomani di Torino. Proprio qui, lo scorso fine settimana, è stato trovato senza vita un uomo di 57 anni. Partito per un viaggio di sola andata verso l’aldilà dopo l’ultima dose. Quando sono intervenuti i sanitari del 118 per constatarne il decesso hanno trovato una siringa a pochi centimetri dal corpo. Il suolo, da queste parti, è una distesa di confezioni di plastica per siringhe, lacci emostatici, fazzoletti insanguinati. Sembrano quasi risalire dal sottosuolo. Come se al posto dell’erba crescessero siringhe.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo