Alberto Diatto
News
IVREA

Delitto di Vistrorio, chiesto l’ergastolo

Alberto Diatto adesso rischia il massimo della pena. La sentenza è attesa per il prossimo mercoledì
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Ergastolo. Questa la richiesta di condanna avanzata dal pubblico ministero Daniele Iavarone della procura di Ivrea per Alberto Diatto, 62 anni di Biella. Iavarone nella sua lunga requisitoria, ieri mattina avanti alla Corte d’Assise, non ha avuto dubbi. Ha messo insieme i pezzi del puzzle dell’ultimo giorno di vita della vittima, Roberto “Bobo” Moschini, 57 anni, nella sua casa di Vistrorio dove nella notte tra il 19 e 20 luglio del 2019 si è consumato il delitto. Per l’accusa gli elementi ci sono tutti, compresa la premeditazione perché i due avevano precedentemente litigato, l’assassino aveva minacciato la vittima e più tardi era tornato per mettere in pratica le minacce di morte.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo