IL REPORTAGE La prima giornata degli ausiliari della sosta

Il debutto dei vigilini parte con 350 multe: l’obiettivo è 100mila

A caccia di auto in divieto e sui posti per disabili: «Ma temiamo le reazioni violente di qualcuno»

Pettorina gialla, blocchetto delle multe alla mano e paura di incontrare cittadini aggressivi. Così, i 35 “vigilini” del Comune hanno fatto il loro debutto sul ring della lotta alla malasosta. Un primo giorno in strada memorabile, che ha segnato l’inizio della loro carriera come ausiliari della sosta e ha prodotto le prime 350 multe nelle cinque sezioni di polizia municipale nelle quali sono impegnate. Con un obiettivo molto più ambizioso: quello di portare a casa 100mila verbali in più.

La giornata dei “vigilini” inizia alle 7.15 quando, nei rispettivi comandi, ricevono gli incarichi da svolgere. Alle 8 sono già tutti in strada e pronti a sanzionare i “furbetti”. Tra gli obiettivi più sensibili, nel mirino degli ausiliari ci sono le automobili parcheggiate impropriamente su stalli di carico e scarico merci (42 euro di multa) e i veicoli che occupano i posti riservati ai disabili, pur non avendone diritto (84 euro).

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single