PATRIZIA MIRIGLIANI

«Datemi una Miss Italia, in mascherina»

Roma: la patron difende il concorso la cui finale si terrà on line il 14 dicembre. E sulle piemontesi rinunciatarie: «Peccato, hanno perso un’occasione»

Tra poche ore, entro martedì, si conosceranno i nomi e i volti delle cinque ragazze piemontesi che accederanno alla finale di Miss Italia in programma a Roma (presso il Polo Culturale Multidisciplinare “Spazio Rossellini”) dal 12 al 14 dicembre, giorno dell’incoronazione. La prima social del concorso di bellezza più importante del Paese, benedetta dalla patron Patrizia Mirigliani alla guida dell’evento, fondato da papà Enzo, dal 1989. E non importa se a tale decisione sono seguite, puntuali come un orologio svizzero, le polemiche legate all’uso dello streaming per la ricerca delle 23 finaliste. «L’Italia non può non eleggere la sua reginetta, non può e non lo deve fare soprattutto in un momento difficile come quello che stiamo attraversando a causa del Covid», spiega la Mirigliani raggiunta nella sua casa di Roma da dove sta cercando di preparare nei minimi dettagli l’evento che si terrà, per la prima volta, alle porte del Natale.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single