aree gioco paviment
News
IL REPORTAGE

Dall’incuria agli atti vandalici: le aree gioco cadono a pezzi

Altalene sparite in corso Potenza, pavè colabrodo in corso Cincinnato

Pavimentazione che cade a pezzi e strutture ludiche rotte o assenti del tutto. Le aree giochi della nostra città continuano a passarsela male, sempre a causa dei fondi che scarseggiano per la manutenzione. Un disagio che i cittadini percepiscono un po’ in tutti i quartieri. In corso Potenza, nel giardino intitolato ad Edera Cordiale i bambini vorrebbero tanto giocare con la loro amata altalena. Ma non possono farlo, perché è stata tolta viste le sue pessime condizioni. Nell’attesa di un suo ritorno, ci si deve accontentare di uno scivolo e di un paio di giochi a molla. Non va meglio in corso Cincinnato, ai giardini Cavallotti. Qui, tralasciando lo stato di degrado in cui versa da anni la bocciofila Rastel Verd, mamme e papà sono in allerta a causa della pavimentazione anti-trauma a brandelli che più di una volta ha fatto inciampare i loro figli.

Crepe e sollevamenti pericolosi, che andrebbero aggiustati quanto prima. E poi c’è il caso di via Terraneo dove il pericolo, a detta dei genitori, è uno scivolo un po’ troppo “elettrico”. «I bambini prendono la scossa durante la discesa», lamenta Loredana, una mamma. Ci sono poi i casi limite di aree giochi non a mezzo servizio, bensì chiuse del tutto. Via Challant e via Soldati, entrambe nella circoscrizione Tre. La prima è off-limits da fine gennaio causa radici affioranti, anche se di recente i residenti hanno deciso di “riappropriarsene” spostando le transenne ed entrandoci. Alla seconda, invece, sono stati messi i lucchetti la settimana scorsa dopo che i ripetuti atti di vandalismo avevano rovinato le strutture.

Problemi anche nel quartiere Mirafiori Sud dove l’area giochi collocata tra via Fratelli Garrone e via Artom, in mezzo alle palazzine popolari, risulta parzialmente transennata. Il ponticello di legno, infatti, potrebbe cedere al passaggio dei bambini. E nel lungo elenco figurano anche il giardino di via Petrella, con le panchine rotte, e le aree verdi chiuse al pubblico di via Challant e via Soldati.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo