siti incontri gn
Cronaca
IL CASO

Dalla transessuale alla “fidanzata”: per un’ora servono duecento euro

I siti di incontri offrono di tutto a chi cerca rapporti sessuali. Tra i bonus, l’aria condizionata

C’è chi elenca i propri “talenti” e chi si limita a scrivere “ho l’aria condizionata”. Altre pubblicano immagini a volontà e precisano: «Se non sono io quella della foto, puoi andare via». Sono alcuni esempi di uomini, donne e transessuali torinesi che si offrono senza veli sui siti di incontri, scrivendo anche la zona di residenza e il numero di cellulare. Basta una telefonata per combinare un incontro a casa loro. O, in questo caso, avere informazioni su di un’attività che non sembra conoscere recessione. Anche se Sandra dichiara il contrario: «C’è crisi per tutti, anche per noi. Per questo non posso dire quanto guadagno: un giorno possono essere mille, un altro 2mila…». Sandra è quella che garantisce sulla veridicità delle foto, in cui appare come una bella signora bionda. In alcune immagini lascia poco spazio all’immaginazione. Ma è così per quasi tutti gli annunci: vale anche per le giovani transessuali, che non nascondono proprio nulla. Un particolare che non sembra spaventare chi vuole un’ora di passione: «Ti posso richiamare che fra 10 minuti arriva un cliente?» chiede al cronista una trans, nome d’arte “Bona”. Sono le 10,20 di un giorno feriale e anche lei deve lavorare. Infatti non richiama, anzi: «Abbi pazienza ma io col telefono ci lavoro e non posso stare a parlare con te» taglia corto nel pomeriggio. Succede lo stesso con un’altra transessuale, che si descrive come una 20enne sudamericana pronta a tutto.

Quasi nessuna delle ragazze chiamate si sbottona. Tranne Jessica: «Io lo faccio per necessità da un paio d’anni e sono contenta» ammette la ragazza, una giovane mora e procace che nel suo annuncio non lesina nell’elencare i suoi servizi (li chiama proprio così). Per lei il lavoro funziona bene: «È uno dei più remunerativi che esistano: solo lo spaccio rende uguale ma è più pericoloso. Io prendo 100 euro per trenta minuti e 200 euro per un’ora». Come funziona? «Offro la “Girlfriend experience”: mi comporto da fidanzata per tutto il rapporto, anche se è protetto. Però ci si può baciare».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo