case abusivi
News
L’ANALISI

Dalla Romania per conquistare case: gli abusivi dell’Atc cresciuti del 70%

Il presidente Mazzù aveva scritto a Comune, Regione e prefetto: «Sicurezza a rischio»

I numeri fanno spavento: +70% in appena sette mesi. Ma servono le storie, come quella di una famiglia rom che per conquistare un alloggio popolare sotto la Mole è partita da un campo nomadi della Romania, per cercare di comprendere le regioni di un vero e proprio boom di occupazioni abusive nelle palazzine Atc. Fu lo stesso presidente dell’Atc Marcello Mazzù, del resto, a lanciare l’allarme prima che una decina di alloggi venissero “presi” dagli zingari sgomberati da via Germagnano. E lo fece con due lettere in cui chiedeva al Comune e alla prefettura di attivarsi secondo le proprie competenze, «per evitare che queste situazioni» potessero «sfociare in più gravi problemi di sicurezza» oltre che, naturalmente, «per riassegnare gli immobili indebitamente occupati a coloro che ne hanno diritto».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo