juric-torino
Sport
MERCATO

Dalla mediana alle due fasce: la lista di Juric per gennaio

Vagnati è in Argentina per visionare alcuni giocatori dal vivo

Quasi due mesi a gennaio, ma Juric ha già tracciato le linee guida per il calciomercato. E, soprattutto, ha tirato nuove stoccate ai vertici dirigenziali: «Dovremo avere molto più coraggio, poi mi auguro che la mia parola venga maggiormente ascoltata rispetto alla scorsa estate» il doppio affondo del tecnico di qualche settimana fa. Dopo le scintille di fine agosto, la dirigenza non vuole commettere altri errori: così, già in questi giorni, il dt Davide Vagnati si è messo al lavoro. Visionare filmati è all’ordine del giorno per l’uomo mercato granata e per il suo braccio destro, Gianmario Specchia, ma ora è partita la prima missione. Verranno scandagliati i campionati sudamericani, dall’Argentina al Brasile passando per il Paraguay, e gli obiettivi vengono scansionati dal vivo. Vagnati è volato dall’altra parte del mondo, l’obiettivo è tornare con dei report il più dettagliati possibile da consegnare a Ivan Juric, con il quale i contatti sono quotidiani. Ma si guarda anche all’est Europa, in questo senso va letta la presenza di Specchia sulle tribune dell’Allianz Stadium per Juventus-Zenit San Pietroburgo, giusto lo scorso 2 novembre. Di lavoro da fare ce n’è parecchio, il Toro a gennaio dovrà essere protagonista della sessione invernale di trattative. «La dirigenza sa bene che ci sarà la coppa d’Africa, dovremo agire di conseguenza» il messaggio firmato Juric in vista della kermesse che, con ogni probabilità, gli porterà via Singo e Aina. E, considerando che Cristian Ansaldi non può garantire un minutaggio così corposo, servirà almeno un esterno. Anche in mediana, partendo dal presupposto che si cercherà una sistemazione per Baselli e Rincon, servono volti nuovi. In attacco, infine, dipenderà dalle uscite: si punterà a cedere Verdi e Zaza, ingaggi pesanti ma giocatori fuori dal progetto, e soltanto in quel caso si potrà procedere con gli acquisti. Juric aspetta, ma intanto batte il tempo al presidente Cairo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo