Grazie a un accordo con gli atenei cittadini

Dalla Città di Torino cento pc per gli studenti più bisognosi

L'annuncio degli assessori Di Martino, Pironti e Unia in vista dell'esame di stato nelle scuole secondarie di primo e secondo grado

Foto Depositphotos

Cento pc messi a disposizione dal Comune di Torino per consentire agli studenti più bisognosi di affrontare l’esame di stato nelle scuole secondarie di primo e secondo grado. Ne danno notizia gli assessori comunali all’istruzione Antonietta Di Martino, all’innovazione Marco Pironti e all’ambiente Alberto Unia, firmatari di una lettera inviata in questi giorni ai dirigenti scolastici.

“La Città – si legge in una nota – si è attivata presso gli Atenei torinesi per trovare pc da donare agli studenti che in quest’anno scolastico dovranno affrontare l’esame di stato nelle secondarie di primo e secondo grado. Grazie a questa collaborazione, saranno consegnati alle scuole nei prossimi giorni circa 100 personal computer, da assegnare agli studenti torinesi che ne hanno bisogno. Disponibili anche numerosi kit di cancelleria, offerti dall’azienda Carioca di Settimo Torinese“.

“La Città si è inoltre attivata con i principali operatori telefonici – prosegue la nota – per reperire soluzioni di aumento della connettività sia attraverso strumenti portatili (come sim dati, saponette e usb) sia di infrastruttura con l’utilizzo di reti wifi private. Un’altra nuova iniziativa della Città di Torino per supportare insegnanti e allievi nel corso dell’emergenza coronavirus è l’utilizzo della piattaforma FirstLife per l’iniziativa EducaTo: un’idea di solidarietà digitale per far incontrare chi cerca beni (tablet, pc, materiali di cancelleria) e chi può metterli a disposizione. Le scuole potranno registrarsi alla piattaforma che si configura come una mappa interattiva e una bacheca, funzionante come un social network. Inserendo la scuola nella mappa sarà possibile indicare i beni accettati in donazione e le modalità di consegna”.

In particolare “la piattaforma FirstLife è stata ideata dall’Università di Torino ed è inserita nel pacchetto di iniziative di istituzioni e di privati Torino City Love, realizzata dall’assessorato all’Innovazione della Città di Torino. FirstLife si può utilizzare anche sullo smartphone ed è consultabile senza registrazione a questo indirizzo: https://torinocitylove.firstlife.org/. Queste nuove iniziative – conclude la nota – si aggiungono alle azioni di sospensione dei pagamenti per le rette dei nidi comunali, dei trasporti e della ristorazione per i periodi non fruiti e alla ‘didattica della vicinanza’, una raccolta di link per le insegnanti e di nuovi materiali didattici online realizzati da insegnanti ed educatrici comunali, oltre a occasioni di aggiornamento in forma di webinar formativi”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single