torino film festival
Eventi
IN SALA

Dal tennis a Tim Roth, al grande Eastwood: una domenica al Tff

Oggi si parlerà di “Una squadra”, serie tv in lavorazione sulla formazione azzurra che vinse la Coppa Davis nel ‘76. Presenti i 4 membri Panatta, Bertolucci, Zugarelli, Barazzutti

Tennis, tennis e ancora tennis: anche il cinema e il Torino Film Festival si adeguano all’amore sbocciato tra la città e lo sport del momento con una giornata speciale in programma oggi dalle 17 all’Uci Cinemas del Lingotto.

Reduci da due giornate di Coppa Davis giocate al Pala Alpitour (il servizio completo nello sport), e in attesa che la competizione prosegua fino alla finalissima del 5 dicembre, oggi si spera sia di buon auspicio ricordare l’unico successo tricolore nella gara a squadre più importante del tennis. La scusa è una serie in lavorazione, la prima regia del produttore Domenico Procacci, intitolata “Una squadra” e di cui saranno mostrate alcune immagini in anteprima assoluta.

A commentarle ci sarà l’attore Neri Marcoré, chiamato a fare da moderatore a un incontro in cui saranno presenti, tutti insieme per farsi applaudire dal pubblico, i quattro membri della squadra vincente nel 1976: Adriano Panatta, Paolo Bertolucci, Tonino Zugarelli e Claudio Barazzutti, cui si aggiunge il capitano Nicola Pietrangeli. Quel magnifico gruppo di tennisti fu in grado di raggiungere quattro finali in cinque anni e a loro “Una squadra” è dedicato: personalità fortissime con caratteri contrastanti, per anni il team più forte del mondo. «È stata una pagina importante della nostra storia e in questi giorni a Torino il tennis torna protagonista, prima con le Atp Finals e ora con la Coppa Davis», sottolineano Enzo Ghigo e Domenico De Gaetano, presidente e direttore del Museo del Cinema. Nei giorni in cui una squadra potenzialmente vincente come quella cerca di ripeterne le gesta, che questa proiezione sia ispiratrice per Sinner, Sonego, Fognini e compagni.

Ma la giornata di oggi al Torino Film Festival non è solo questo, anzi: in concorso è il turno della straordinaria animazione di Florence Miailhe, “La traversée”, e del film canadese “Le bruit des moteurs” diretto da Philippe Gregoire, in programma rispettivamente alle 17 e alle 19,30 al cinema Massimo.

Al cinema Lux alle 19,30 è previsto uno dei titoli più attesi del programma, fuori concorso, “Sull’isola di Bergman” di Mia Hansen-Love, interpretato anche da Tim Roth e presentato all’ultimo festival di Cannes. «È forse il mio primo film a essersi scritto da solo – racconta la regista – senza il dolore che associo al processo di scrittura. Per la prima volta mi sono sentita libera di muovermi in modo giocoso tra diverse dimensioni: passato, presente, realtà nella finzione, finzione nella realtà…».

Per chi non sarà troppo stanco dalla giornata, alle 22 al cinema Massimo è programmato “Clint Eastwood – A cinematic legacy”, l’omaggio a 50 anni di carriera da regista del grande attore lanciato da Sergio Leone diretto da Gary Leva (biglietti a 6 euro).

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo