Daisy Osakue con la benda sull'occhio ferito (foto Marco Bardesono)
Cronaca
L’appello di don Ruggero Marini

Daisy, il parroco agli aggressori: “Spero abbiano il coraggio di chiedere scusa”

Il sacerdote: “Spero si rendano conto di ciò che hanno fatto”

Spero si rendano conto di ciò che hanno fatto. E che abbiano il coraggio di chiedere scusa“. Questo l’appello di don Ruggero Marini, parroco di La Loggia, dove risiede uno dei tre giovani che hanno aggredito Daisy Osakue.

IL MONITO DI DON MARINI
“I giovani, oggi, sono disorientati, vittime di circuiti educativi che si sono ingolfati. Perché il problema, senza fare la morale a nessuno, è proprio educativo – continua don Marini – Bisogna leggere questi episodi senza esasperare i toni, senza emotività e prese di posizioni ideologiche. Quanto accaduto, è la conferma che noi adulti dobbiamo stare attenti ai linguaggi, perché i giovani e il loro futuro sono una vera emergenza educativa. Bisogna creare un circuito benefico, dove certi problemi sociali possano essere affrontati, dai ragazzi e dalle loro famiglie, con i giusti strumenti e nei giusti luoghi”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo