Ivan Juric (foto depositphotos)
Sport
QUI TORO

Da Zaza a Edera, gli esuberi bloccano le scelte di Juric

Sette primavera aggregati alla squadra per la prima amichevole

Un mese all’esordio in campionato a Monza, un giorno al battesimo del nuovo Toro contro l’Eintracht Francoforte: Juric ha iniziato il conto alla rovescia, domani vedrà all’opera la sua nuova squadra contro i vincitori dell’ultima Europa League. Alla voce “acquisti” figurano soltanto Bayeye e Radonjic, oltre al riscattato Pellegri, e la rosa rimane un cantiere aperto. Tanto che buona parte di chi sfiderà l’Eintracht nell’amichevole di domani alle 14.30 a Bad Wimsbach (possibile diretta tv su Dazn), con ogni probabilità non sarà più in granata al termine della finestra estiva di calciomercato. Il tecnico sta lavorando con 32 giocatori, circa la metà è destinata a lasciare il Toro: alcuni perché sono giovani della Primavera (sette in tutto, con Juric che durante la scorsa stagione diceva chiaramente che non erano pronti per il grande salto), altri perché non rientrano più nel progetto (Verdi e Zaza), poi c’è pure Bremer da considerare in uscita a tutti gli effetti. Domani, quindi, sarà un Toro sperimentale, con l’allenatore che vuole vedere le prime risposte da Radonjic e Bayeye: il primo è arrivato soltanto ieri a Bad Leonfelden perché aveva da risolvere alcune questioni burocratiche in Francia, il secondo ha iniziato a studiare da vice-Singo. Sul fronte mercato, invece, non arrivano buone notizie per quanto riguarda Joao Pedro. I granata stavano cercando di superare il Galatasaray in un testa a testa, ma dovrebbe spuntarla il Fenerbahce: ieri il blitz decisivo, al Cagliari andranno quasi sette milioni. Il presidente Cairo e il dt Vagnati dovranno virare su altri obiettivi, il profilo più chiacchierato rimane quello di Laurienté del Lorient. Per il centrocampo si stanno limando gli ultimi dettagli con lo Spezia per Maggiore: la fumata bianca è dietro l’angolo, i liguri incasseranno circa cinque milioni e il giocatore è atteso da Juric in ritiro già per la fine di questa settimana.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo