Rita Rusciano (foto Aeterna Photography Studio)
Spettacolo
INTERVISTA

«Da Giannini alla Cucinotta La mia vita a tutto cinema»

L’attrice napoletana Rita Rusciano si confessa a CronacaQui

Classe 1986, la napoletana Rita Rusciano raggiunge il successo nel mondo cinematografico indipendente grazie alla web-serie “Saint Seiya Rebirth” di Carlo Trevisan. Da lì lavora accanto ad artisti come Giancarlo Giannini e Maria Grazia Cucinotta e ora si prepara ad interpretare il ruolo della protagonista nel film internazionale “The Last Fighter”, diretta da Alessandro Baccini.

Rita, il suo nome è legato alla scena cinematografica indipendente. Quanto sono importanti queste produzioni per i giovani talenti?

Sono molto importanti, soprattutto per chi è alle prime armi e vuole “farsi le ossa”, sono progetti in cui si cresce, in cui si può capire se ti piace stare sul set».

Lo scorso dicembre ha vinto il premio Vincenzo Crocitti come “miglior attrice eme rgent e”. Cos’ha rappresentato per lei questo riconoscimento?

«Sono stata onorata che Francesco Fiumarella e il suo team abbiano deciso di premiarmi. È stata una cosa inaspettata, un segnale, anche perché mi ero appena stabilita definitivamente a Roma quindi l’ho presa come un “Ehi, questa è la strada giusta per te, puoi farcela!”».

Nel corto “Io e mia figlia” è protagonista di una storia di stalking. 

«È stato un lavoro interessante. Il personaggio del film ha una figlia, quindi ho basato tutto sulla voglia di vincere le paure e farsi coraggio soprattutto per il bene della sua bambina. Ho avuto l’onore di lavorare con un grande maestro, Ruggero Deodato, con il quale poi ho girato anche “Ballad in Blood”, un thriller in lingua inglese. Lavorare con lui mi ha dato la possibilità di crescere, ho imparato tantissime cose, così come continuo a fare su ogni set, assorbendo insegnamenti come fossi una spugna».

In “Oggi a te… domani a me” ha lavorato con Maria Grazia Cucinotta e Giancarlo Giannini. Com’è stato collaborare con due dei più grandi nomi del nostro cinema? 

«È stata un’esperienza che mi è rimasta nel cuore. Era la prima volta che mi confrontavo con personaggi del calibro di Giannini e la Cucinotta, il primo giorno di set ricordo che incontrai Giancarlo Giannini e mi fece dei complimenti per il mio portamento, mettendomi subito a mio agio. Posso solo aggiungere che sono entrambe belle persone e grandi attori».

Sta lavorando a qualche nuovo progetto? 

«Sì, ci sono diversi progetti in cantiere. Ho appena finito di girare una serie che partirà sul web per poi probabilmente proseguire in tv, un progetto tratto da un romanzo di H.P. Lovecraft, uno scrittore horror degli inizi del ’900. Poi a brevissimo partirà la nuova serie di “Fuga dalla morte” di Michael Righini. Nel frattempo sto preparando un film internazionale, “The Last Fighter” di Alessandro Baccini. Interpreto Aurora, un medico in missione che aiuta i bambini ».

È innamorata?

«Bella domanda! Se si parla di essere in una relazione, no, sono single. Ho chiuso da poco una relazione molto lunga e ho preso un anno “sabbatico” per riscoprire me stessa, ora mi sento pronta per innamorarmi di nuovo».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo