palinsesti rai
Spettacolo
PALINSESTI 2022-2023

Da Dalla Chiesa alla storia di Mondadori: le fiction Rai torinesi

Attesa per Imma Tataranni del regista torinese Amato poi “Rocco Schiavone”. Tra le novità “Il maresciallo Fenoglio” e “Vostro onore”. Su RaiPlay “5 minuti prima”

La presentazione del palinsesto della Rai per la stagione tv 2022-2023 ne è stata l’ennesima conferma: il meglio della fiction prodotta in Italia passa (molto spesso) da Torino e dal Piemonte, per i set coinvolti dalla Film Commission Torino Piemonte e per i tanti talenti che sul territorio sono nati e cresciuti.

La maggiore attesa è per “Il nostro Generale”, che prosegue una tradizione storica di fiction di ispirazione civile: a dirigerlo due talenti torinesi, Lucio Pellegrini (già autore per il piccolo schermo di “Carosello Carosone”) e Andrea Jublin (presto alla regia anche di una serie per Netflix). La serie, girata in parte anche in città, è dedicata al Generale Carlo Alberto dalla Chiesa nel quarantennale della strage di via Carini. Un richiamo all’eticità di un comportamento esemplare attraverso la figura di un difensore della legalità, coerente fino alla fine, un’altra intensa prova d’attore per Sergio Castellitto.

Sicuro protagonista della stagione sarà Francesco Amato, torinese cresciuto a Bra, al cinema lo scorso anno con “18 regali”, di cui si attende la seconda stagione della commedia gialla “Imma Tataranni – Sostituto Procuratore”, sempre tratta dai romanzi di Mariolina Venezia e con la scatenata Vanessa Scalera come protagonista. Siamo a Matera e prosegue il doppio livello familiar-matrimoniale con il triangolo Imma, il marito Pietro e l’assistente Calogiuri, e le indagini.

Un solo giorno di riprese a Torino per Michele Placido e la troupe, ma la docufiction “Arnoldo Mondadori. I libri per cambiare il mondo” diretta da Francesco Miccichè saprà registrare grandi numeri grazie alla storia dell’imprenditore italiano e della creazione di una delle più importanti case editrici d’Europa.

Due registi torinesi sono alle prese con serie poliziesche, ma il primo – Simone Spada – va sul sicuro tornando nelle ambientazioni valdostane delle storie anticonformiste e scorrette del vicequestore “Rocco Schiavone”, dai romanzi di Antonio Manzini, con Marco Giallini: molti nodi verranno al pettine in questa quinta stagione che approderà su Rai 1.

Una novità invece è quella di Alessandro Casale, lanciato dal successo di “Vostro Onore”: “Il maresciallo Fenoglio”, dai romanzi di Gianrico Carofiglio, è interpretata da Alessio Boni. Siamo a Bari nel 1992: la scomparsa del figlio di un boss sullo sfondo della guerra tra cosche criminali, la resa dei conti umana e professionale del protagonista.

Infine, una fiction girata a Torino e destinata a RaiPlay: “Cinque minuti prima”, con la regia di Duccio Chiarini, vede Tecla Insolia in un coming of age che esplora il rapporto generazionale con la sessualità e, in particolare, la soglia problematica della prima volta.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo