eurovision brividi
Musica
QUEL CHE RESTA DEL CONTEST

Da “Brividi” a “Space man”: l’Eurovision continua on air

Ieri Mahmood ha ricevuto l’ultimo bagno di folla durante il live a Venaria dove già dal mattino si sono presentati i fan. E da oggi parola alle radio

Sono arrivati alla spicciolata già a partire dalla mattina. L’ultima tappa del tour a caccia di selfie e autografi da parte dei fan che nei giorni dell’Eurovision Song Contest ha coinvolto il duo di “Brividi”, è stata quella di ieri sera al Concordia di Venaria per il concerto sold out di Mahmood, caduto proprio a due giorni dalla fine dell’evento del Pala Olimpico, dove, insieme con Blanco si è qualificato sesto. E così, lunedì Torino si è svegliata con un appuntamento che ha reso meno amara la fine del mega contest. Da oggi, però, ci si interroga su ciò che resterà davvero della settimana di musica più esagerata dell’anno. Nelle orecchie dei torinesi, e non solo, rimbombano ancora ritornelli e frasi dei brani più gettonati, quelli dei Subwoolfer, i lupi gialli norvegesi, o quelli degli scatenati Moldavi. Per non parlare della ritmatissima canzone della serba Konstrakta, della superpop “Space man” del secondo classificato Sam Ryder, del brano dance “SloMo” della spagnola Chanel giunto terzo. Questi ultimi due artisti sono tornati in patria accolti da bagni di folla all’aeroporto da parte dei fan. Cosa rimarrà di tutto questo a Torino?

Se il brano più trasmesso dalle radio italiane è “Halo” del duo austriaco Lum!x e Pia Maria, in quelle torinese si spazia da “Snap” dell’armena Rosa Linn a “Guilty Pleasure” della croata Mia Dimšic fino a “I am what I am” della maltese Emma Muscat, per quanto riguarda Radio Grp. Dove, ovviamente a farla da padrone è sempre “Brividi” di Mahmood e Blanco, seguita da “Stripper” di Achille Lauro. «Non passeremo “Stefania” della Kalush Orchestra invece – spiegano da Grp – non la troviamo molto radiofonica, mentre potrebbe partire il brano svedese». “Stefania”, al contrario, va forte su Radio Manila, come racconta Devis Maidò e su Veronica One Hit Station, la quale sta definendo il palinsesto dove entreranno sicuramente Kalush Orchestra e Chanel.

«Nella scorsa settimana il pubblico ci ha chiesto tantissime volte il brano dei The Rasmus, di Rosa Linn, della portoghese Maro, di Sam Ryder e dei Moldavi. In pole postion, ovviamente, sempre “Brividi”», spiega Wlady di Radio Jukebox. Ma, di questa Eurovision Song Contest rimarranno anche le note della nuova “Supermodel” dei Maneskin presentata in anteprima mondiale proprio a Torino e il ritorno della bellissima “Fai rumore” di Diodato che nei giorni scorsi ha annunciato il nuovo tour europeo. Infine, tra le novità, la tappa torinese di Dardust che toccherà il Teatro Colosseo il 7 marzo del 2023.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo