madonna del pilone parco gn
Cronaca
Viaggio a Madonna del Pilone

Da Bartali fino a Coppi: dai due re del ciclismo alla nuova bocciofila

Inaugurato un circolo in viale Michelotti. E al 205 di corso Casale spicca l’ultima dimora di Emilio Salgari

Dal motovelodromo (ormai pronto a rinascere) al monumento a Fausto Coppi passando per l’omaggio a Bartali. Madonna del Pilone è un quartiere ricco di storia sportiva, e non solo. L’itinerario ha inizio in piazza Borromini, sede dello storico mercato, e continua lungo tutto corso Casale, una delle arterie principali della zona. Attraverso un anello verde che circonda il quartiere, attraverso il parco Michelotti.

L’ANELLO VERDE
Lasciandosi alle spalle la chiesa proseguiamo in direzione del centro di Torino sul sentiero in terra battuta che costeggia il fiume e, percorse poche centinaia di metri, arriviamo a un bivio con la moderna passerella ciclo-pedonale sul Po che unisce piazza Carrara a piazza Chiaves. Il paesaggio è opportunamente rappresentato dal monumento a Fausto Coppi, opera di bronzo dello scultore Giuseppe Tarantino inaugurato nel 2002 dalla città di Torino. Di fianco al monumento è presente la lapide commemorativa a Serse Coppi, fratello del campionissimo, morto durante una gara a seguito di una caduta nelle vicinanze. Poi l’area skatepark e il “dinosauro” realizzato da Luigi Nervo.

LA NUOVA BOCCIOFILA
Dopo due anni di pandemia è arrivato anche il taglio del nastro della bocciofila Madonna del Pilone di viale Michelotti 102/A. Il progetto prevede la possibilità per i soci di cimentarsi con nuove discipline, sportive e non, all’aperto e al chiuso e sempre all’insegna del sorriso. Uno spazio che nel quartiere mancava e che ora è stato finalmente restituito.

SALGARI E TORINO
Per vedere l’ultima dimora di Emilio Salgari a Torino bisogna recarsi in corso Casale 205, dove è presente una targa commemorativa. Lo scrittore si suicidò nei boschi di questo quartiere nel 1911. Ad oggi una grande targa indica la finestra del suo alloggio. Restando in tema di grandi personaggi e targhe, abbiamo l’omaggio al campione di ciclismo Gino Bartali nel giardino di piazza Cavalcanti. L’intitolazione a firma del Comune risale al 2016. Sopra la targa la scritta “Giusto tra le Nazioni” per l’impegno profuso durante la seconda guerra mondiale.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo