dissuasori parcheggio
Cronaca
SANTA RITA

Da 3 anni spariti 60 posti auto. Il borgo: «Ora via i dissuasori»

I panettoni sono stati piazzati nel 2019 per evitare il ritorno dei nomadi

Erano stati piazzati tre anni fa dopo l’allontanamento dei nomadi dal giardino Ferruccio NovoOra, i dissuasori anti-camper di corso Cosenza angolo via Gorizia tornano a far discutere. Sessanta i posteggi cancellati a novembre 2019 dopo un’ordinanza firmata dall’allora sindaca Appendino. Non pochi in un quartiere, Santa Rita, dove trovare posto è un’impresa. E i residenti, ora che il rischio del ritorno delle roulotte è scongiurato, quei parcheggi li reclamano. «Serve una soluzione – spiega il coordinatore in circoscrizione Due, Alessandro Nucera -. Faremo una commissione col Comune per decidere il da farsi. Quei blocchi di cemento sono lì da tre anni e capisco l’esigenza dei residenti di avere dei posteggi». Anche perché l’ordinanza comunale aveva indicato il 31 dicembre 2019 come data della fine dell’emergenza nomadi. Da quel momento, i dissuasori avrebbero dovuto essere rimossi, ma non è successo.

I panettoni non sono però l’unico problema di corso Cosenza. L’altro è il pessimo stato della banchina centrale, che i residenti usano per posteggiare. Se tra corso Agnelli e via Tripoli è in auto-bloccanti, da via Tripoli a piazza Pitagora è in terra battuta e le buche hanno danneggiato diverse auto. Il Comune ha messo cartelli indicanti “pavimentazione sconnessa”, è intervenuto otto volte negli ultimi anni per tappare le buche e farà un ulteriore intervento a novembre, chiudendo anche la banchina per potare gli alberi. «Ma ora basta con le toppe – conclude Nucera -, chiederemo a Palazzo Civico di inserire la banchina nella manutenzione straordinaria». Difficile, però, sostituire lo sterrato con gli auto-bloccanti: servirebbero 300mila euro.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo