Camminare Insieme
Volontariato
CAMMINARE INSIEME

Cure domiciliari e vaccini ai clochard: «Assistenza medica per i bisognosi»

L’associazione di via Cottolengo, nata nel 1993, assiste oltre 60mila pazienti l’anno

Oltre 60mila pazienti assistiti e 290mila prestazioni mediche offerte, con una media di 15mila all’anno: sono i numeri dell’associazione Camminare Insieme, nata nell’aprile del 1993 con l’intento di fornire assistenza medica qualificata e gratuita a tutti coloro che non possono usufruire del servizio sanitario nazionale.

La sede di via Cottolengo, che l’anno scorso è rimasta chiusa a lungo per la pandemia e i lavori di ristrutturazione che l’hanno interessata, è tornata ad essere un punto di riferimento dei più poveri ed emarginati. Camminare Insieme garantisce la presenza in ambulatorio di almeno un medico di base al giorno e l’alternanza anche di medici specialistici, in particolare dentisti all’interno del progetto di odontoiatria sociale in rete: ad oggi i medici legati all’associazione – tutti volontari – sono quasi 150, con un totale di 28 specialità coperte.

Numeri impressionanti, ma destinati a crescere ancora visto il grande dinamismo che muove Camminare Insieme. La vicepresidente Giovanna Borla: «Dalla sua nascita Camminare Insieme ha sempre gravitato sui locali di via Cottolengo. Con l’avvento della pandemia però siamo stati in qualche modo spinti ad aprirci all’esterno». Anche per questo è stato naturale il coinvolgimento nell’azione vaccinale: «Da gennaio – continua Borla – partecipiamo alla campagna di vaccinazione, mettendo a disposizione tre nostre postazioni, ma nei prossimi giorni avremo la possibilità di vaccinare anche i senza dimora. Già nei mesi scorsi con un camper itinerante abbiamo svolto un importante lavoro di screening». La nuova vocazione “mobile” si manifesterà anche con la partecipazione a due bandi con Regione e Comune per portare cure in prossimità e in domiciliarità nel quartiere Aurora. Da ricordare poi il Centro Salute Mamma e Bambino, dove operatrici, mediatrici e volontarie accolgono donne incinte con un servizio analogo a quello del consultorio familiare. Infine, grazie alla sua adesione al Banco Alimentare, Camminare Insieme riesce a offrire sostegno alimentare a 1.100 persone.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo