img_big
Cronaca

Manovra: il Senato dà l’ok alla fiducia, scontri davanti all’Aula

Il Senato  ha approvato la manovra che, per il 2013, l’anno in cui è fissato il pareggio di bilancio, vale 54.265 milioni di euro. Il voto di fiducia (con 165 sì, 141 no e tre astenuti) è arrivato poco dopo le 20 ed è stato preceduto da scontri tra esponenti dei Cobas e polizia all’esterno dell’Aula. Circa cinquecento persone si sono avvicinate da piazza Navona, dove c’era un presidio dei sindacati di base contro la manovra, verso Palazzo Madama e hanno cercato di forzare i blocchi della polizia, tirando bengala e mortaretti. Ci sono state due cariche e la situazione è tornata alla calma.

Con la nuova versione del provvedimento anticrisi, che ora passerà alla Camera, l’aliquota dell’Iva passa dal 20% al 21% a partire dalla data di conversione in legge del decreto. Per i contribuenti con un reddito oltre i 300mila euro l’anno scatta il contributo di solidarietà del 3 per cento. Parte dal 2011, e sarà applicato fino al 2013, prorogabile fino al pareggio di bilancio. Anticipato al 2014 l’inizio del timing per innalzare a 65 anni nel privato l’età pensionabile delle donne. Niente sospensione condizionale della pena se sono stati evasi oltre 3 milioni di euro, ma a condizione che l’evaso sia pari al 30 per cento del fatturato. Salve le feste laiche. Il Primo Maggio, il 25 aprile e il 2 giugno non verranno accorpate alla domenica.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo