Cronaca

Roma, trauma cranico ed ematomi su tutto il corpo: bimba di 10 mesi in gravi condizioni

Sono stazionarie, ma rimangono gravi, le condizioni della bimba di 10 mesi ricoverata al Gemelli di Roma per un trauma cranico e lesioni su tutto il corpo. Oggi si cercherà di fare luce su quanto accaduto: ieri i carabinieri hanno ascoltato i genitori ed il compagno della madre. La Procura di Latina ha aperto un fascicolo per maltrattamento.
Secondo quanto si è appreso la bimba era stata portata al Policlinico a causa di un’emorragia celebrale. Nel nosocomio romano negano, però, che la piccola sia in stato di coma limitandosi a dire che è ricoverata nel reparto di terapia intensiva pediatrica e che i sanitari si sono riservati la prognosi.
Sono in corso terapie e monitoraggi attraverso esami clinici e strumentali per valutare le entità delle lesioni sul corpo della bimba e la loro evoluzione.
La richiesta di intervento al 118 è arrivata ieri pomeriggio: i sanitari hanno trovato la bimba in stato di incoscienza riscontrando sul piccolo corpo, compresa la testa, numerosi ematomi. Lo stesso personale del 118, vista la gravità delle condizioni, dopo aver accompagnato la piccola all’ospedale di Terracina, l’ha trasportata al Gemelli di Roma. Contestualmente, notando la particolarità delle ferite, hanno segnalato il caso ai carabinieri del Comando di Latina.
La mamma della bambina, una bracciante separata dal marito avrebbe riferito ai carabinieri, titolari delle indagini sulla vicenda, che la piccola aveva trascorso la giornata di ieri con il padre. La donna vive attualmente con un altro compagno. Intanto, sono cominciati i primi interrogatori nel tentativo di ricostruire con esattezza la vicenda. Madre, padre della bambina e convivente della mamma sono stati sentiti dai carabinieri di San Felice al Circeo. I militari oltre ai genitori della piccola – che sono separati – e il nuovo compagno della donna, hanno sentito anche amici vari della coppia. Subito dopo è cominciato il vaglio del materiale raccolto allo scopo di disegnare un quadro quanto più possibile esatto della dinamica della vicenda.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo