ramo via giotto
Cronaca
VIA GIOTTO

Crolla un ramo secco ai giardini: «Nessun morto per miracolo»

I commercianti: «Avevamo segnalato il rischio alla Circoscrizione»

«Un miracolo». Il signor Mario tira dritto sotto gli alberi di corso Dante per avvicinarsi al punto preciso in cui, nel primo pomeriggio di mercoledì, ha visto staccarsi l’enorme ramo che è precipitato tra le panchine e le automobili in sosta. «Un miracolo che non abbia centrato qualcuno come me o provocato un incidente», ripete il pensionato. Quello che i commercianti del quartiere, invece, denunciano da tempo alla Circoscrizione e al Comune, sembra il rischio che il degrado condanni una volta per sempre uno dei tratti più antichi del borgo. «Da tempo abbandonata al bivacco, l’area tra via Madama Cristina e via Giotto, che si trova sulla sinistra dopo avere superato corso Dante per andare verso il centro, necessita al più presto di un intervento di recupero e di riqualificazione» conferma Gianni D’Amelio, presidente dell’Associazione Commercianti Madama Cristina, che ha scattato le fotografie in cui la ricostruzione dell’anziano residenti trova piena conferma. «Almeno adesso non ci saranno più scuse per intervenire». Con la chiusura dell’edicola posta su quell’area il rischio ancora peggiore è che all’abbandono segua l’oblio. Non solo. «È necessaria ed urgente un’analisi sull’alberata affinché non si ripetano episodi di crollo come quello avvenuto ieri, che solo per fortuna non ha causato danni a persone» aggiunge D’Amelio. «Qualche settimana fa, come associazione abbiamo segnalato verbalmente questo nostro timore alla Circoscrizione e siamo pronti a fare la nostra parte proponendo azioni progettuali per rivitalizzare questo pezzo di bene comune. Lo si deve ai cittadini, al quartiere e soprattutto alla memoria di Giorgio Anglesio, campione italiano di scherma degli anni ’50, al quale la piazzetta è dedicata».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo