PalazzoVenaria
News
VENARIA L’ordinanza del sindaco per obbligare gli inquilini a lavori immediati

Crolla la facciata di un palazzo: case vicino alla Reggia a pezzi

Gli edifici che affacciano sull’isola pedonale di via Mensa hanno evidenti necessità di restauro

Le case di via Mensa cadono letteralmente a pezzi. Un problema non solo per i rischi che corrono i residenti e chi si trova a passare nella strada ma anche per l’immagine turistica della città, visto che succede tutto a pochi metri dalla Reggia. Un problema che è sotto gli occhi di tutti, visto che basta fare una passeggiata nell’isola pedonale per vedere edifici che hanno una evidente necessità di interventi di restauro. Ma se ancora qualcuno avesse dei dubbi, da domenica sera anche questi sono stati definitivamente fugati.

Infatti poco dopo le 21.30, all’improvviso, alcuni calcinacci sono caduti dal tetto e dalla facciata del palazzo che si trova al civico 25, subito dopo piazza dell’Annunziata, a poche decine di metri dall’ingresso della Reggia. A dare l’allarme sono stati alcuni passanti e gli esercenti a quell’ora aperti. Sul posto sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco di Venaria assieme all’autoscala di Torino e ai tecnici di Vera Servizi, la società comunale che si occupa delle manutenzioni e delle emergenze viarie.

Sin dai primi controlli effettuati dai pompieri si è capita la gravità della situazione, tant’è che l’area è stata transennata, a scopo precauzionale, nel tratto che interseca via Pavesio. Transenne anche in una parte della stessa via Pavesio, dove si affacciano alcuni balconi della palazzina. Nessuna famiglia è stata per fortuna fatta evacuare, anche se nei primi momenti si era temuto di dover sgomberare l’intero palazzo.

Attorno alle 22 sul posto è arrivato anche il sindaco Roberto Falcone, che ha controllato da vicino la situazione, optando per firmare una ordinanza d’urgenza in cui obbliga l’amministratore e i proprietari dello stabile ad eseguire immediatamente i lavori di ripristino della facciata e la messa in sicurezza della palazzina, in particolar modo di due alloggi.

I lavori avranno una durata molto lunga e rischiano di ostacolare l’imminente passaggio del Giro d’Italia da via Mensa. «Una soluzione la troveremo. La passerella per il centro di Venaria non dovrebbe essere in discussione. I corridori in quel tratto non gareggeranno ma pedaleranno in tranquillità. E poi sarà creato un cordone separatore, come già avvenuto nel 2011. Al massimo in quel tratto non sarà possibile far assiepare i curiosi e gli appassionati».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo