juventus
Sport
A caccia di record

CR7 sferza la Juve e punta ai 50 gol con i bianconeri

«Vincere sempre» anche quando a casa si diletta a giocare con Cris junior e Georgina a Jenga, il gioco da tavolo in cui bisogna costruire una torre con alcuni pezzi di legno senza farla cadere. Questa è la vera differenza tra lui, il marziano, e gli altri. Voler competere, e vincere, sempre. Non come accaduto domenica scorsa al San Paolo quando in campo contro il Napoli di Ringhio Gattuso si è vista una delle partite più brutte della Juventus sotto la gestione di Maurizio Sarri. L’allenatore bianconero sarà anche stato «contento per i suoi ragazzi», come si è fatto sfuggire al termine della partita. Ma a CR7, invece, proprio non è andata giù la terza sconfitta stagionale incassata dalla Vecchia Signora. Lo ha fatto capire chiaro ai suoi compagni, a caldo, nello spogliatoio e poi ha provato a ribadirlo anche ieri, mandando un messaggio via social. Lanciato nell’etere ma con un obiettivo preciso, ovvero quello di non permettere alla Juventus di abbassare ancora una volta la guardia: «La partita – ha scritto a beneficio degli oltre suoi 200 milioni di follower – inizia vincendo durante la settimana». Che tradotto significa: «Bisogna sempre dare il massimo, anche in allenamento». Parole da leader, di uno che vive per vincere e che fa fatica a farsi scivolare addosso le sconfitte. E che si pone sempre degli obiettivi da raggiungere e dei record da battere. Il prossimo è raggiungere quota 50 con la maglia bianconera, maglia con cui finora il portoghese ha realizzato 48 reti in 69 incontri. Primo ad arrivare e ultimo ad andarsene: CR7 è sempre un esempio per tutti e lo vuole essere anche lanciando questo messaggio ai compagni via social. Ronaldo mastica amaro e ha messo già nel mirino la Fiorentina con il proposito di guidare la Juve all’immediato riscatto.

Intanto Maurizio Sarri può sorridere: Miralem Pjanic, uscito contro il Napoli per una contusione alla caviglia è tornato ad allenarsi in gruppo: il regista bosniaco sarà regolarmente in campo contro la Fiorentina nel match di domenica all’ora di pranzo. Recuperato anche De Sciglio, che si è allenato con il gruppo, restano ai box Chiellini, Demiral, Danilo e Khedira. Mentre «De Ligt – scrive la società in una nota – si è allenato a parte come da programma». Nessun dubbio, dunque, sulla sua presenza in campo domenica all’Allianz Stadium. In porta contro i viola ci sarà Szczesny, protetto da Cuadrado, De Ligt, Bonucci e Alex Sandro. A centrocampo al fianco di Pjanic ci saranno Bentancur e Matuidi, mentre in attacco Ramsey giocherà alle spalle di Dybala e Ronaldo. L’arbitro della sfida sarà Pasqua.

Infine ieri sono state rese note le date e gli orari delle due sfide di semifinale di Coppa Italia. Ad aprire le danze sarà la sfida tra Inter-Napoli, il prossimo 12 febbraio (ore 20.45). Il giorno dopo la Juve è attesa a San Siro contro il Milan (ore 20.45). Il ritorno invece è in programma all’Allianz mercoledì 4 marzo (20.45) mentre Napoli-Inter sarà il giorno dopo (20.45).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo