Palazzo Civico, sede del Comune di Torino (foto depositphotos)
Cronaca
L’INIZIATIVA

Covid, il Comune di Torino chiede aiuti per agenzie di viaggio messe in ginocchio dalla pandemia

Un ordine del giorno invita sindaco e giunta ad avviare le opportune interlocuzioni, ad ogni livello istituzionale, per ottenere provvedimenti in favore del settore

Il Consiglio comunale di Torino interviene sul problema del comparto turismo, duramente colpito dalle conseguenze economiche della pandemia, e segnatamente sulle difficoltà vissute da agenzie ed agenti di viaggio. Un ordine del giorno, proposto da Silvio Magliano ed approvato con 27 voti a favore e 3 astensioni, invita il sindaco e la giunta comunale ad avviare le opportune interlocuzioni ad ogni livello istituzionale al fine di ottenere alcuni provvedimenti in favore del settore.

RICHIESTO SOSTEGNO ECONOMICO ADEGUATO
In particolare, si chiede alle istituzioni di fornire un adeguato sostegno economico alla categoria delle agenzie di viaggio, ai titolari di partita iva, commerciali, consulenti e start up per tutto il periodo di fermo; di garantire la cassa integrazione in deroga fino al mese di giugno 2021 (come già concessa per il personale aeroportuale); provvedere all’apertura di corridoi turistici.

INVOCATO TAVOLO DI CRISI PERMANENTE
Inoltre, il documento sottolinea l’opportunità di aprire un tavolo di crisi permanente con il MIBACT, per la consultazione delle sigle; riaprire la presentazione delle domande per chi non ha potuto depositare istanza a causa di errori materiali; garantire sostegno alle start up; stabilire un anno fiscale bianco per il 2020 e primo semestre bianco per il 2021. Infine, si segnala la necessità di istituire un credito di imposta per gli affitti fino a giugno 2021 e di garantire per almeno 6 mesi un sostegno economico alla persona per i titolari di impresa.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo