Foto: Depositphotos
Salute
LA CAMPAGNA

COVID, FACCIAMO IL PUNTO. «Vaccini in 500 farmacie da giugno»

Già pronti e formati circa 1.500 farmacisti, ma Pfizer annuncia un taglio di 23.400 dosi di siero in consegna

Entro la seconda settimana di giugno il vaccino contro il Covid si potrà fare comodamente anche in farmaciaSono già stati formati (o stanno ultimando il corso) circa 1.500 farmacisti e 500 farmacie sono pronte a partire, «compatibilmente con le dosi di vaccino che ci sono state garantite dalla struttura commissariale» precisano dalla Regione. E qui veniamo alle note dolenti. Nella serata di ieri infatti è stato comunicato all’Unità di crisi che Pfizer opererà un taglio di 23.400 dosi sulla consegna del 10 giugno. Poca cosa rispetto ai 222mila vaccini previsti da cronoprogramma, ma che dà il polso delle variabili che possono interferire con la campagna vaccinale. Tanto più ora che ci avviciniamo all’estate. «Al momento Pfizer è il vaccino di cui riceviamo le forniture con più costanza e quantità di dosi» commentavano dalla Regione solo pochi giorni fa. Salvo poi ricredersi.

Dall’inizio della campagna vaccinale si è proceduto all’inoculazione di 2.367.941 dosi (di cui 823.490 come seconde), corrispondenti al 95,1% di 2.489.360 finora disponibili per il Piemonte. Solo ieri sono stati vaccinati altri 31.302 piemontesi, a 16.117 è stata somministrata la seconda dose. E ora tocca alle farmacie trasformarsi in veri e propri hub. Nel pomeriggio di ieri, il presidente Alberto Cirio e il suo assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi hanno incontrato Federfarma e Assofarm per fare il punto a poche settimane dall’avvio. Venerdì verrà portata la delibera in giunta e «entro la seconda settimana di giugno, contiamo di partire» fanno sapere ancora dalla Regione. Una quota dei vaccini forniti quotidianamente dall’Unità di Crisi ai vari centri andrà quindi a rifornire i magazzini delle farmacie, a cui non verrà assegnato un siero specifico. «Dipenderà dalle forniture e da quello che si potrà mettere a disposizione di volta in volte» specificano dall’Unità di Crisi.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo