grafica covid 2 apr
Salute
I DATI

COVID, FACCIAMO IL PUNTO. I contagi più alti in provincia: Torino città è in leggero calo

Sette positivi su mille nel capoluogo. Quasi il doppio a Moncalieri e Settimo

Il virus si è diffuso in maniera omogenea in tutta la provincia di Torino, in modo particolare in quei comuni che confinano con il capoluogo. Ma non è Torino, almeno in questo momento, ad avere i dati peggiori. In città il numero di positivi ogni mille abitati è meno di 7, mentre in alcuni comuni della cintura, è doppio o quasi. A Settimo ci sono 12,2 positivi ogni mille abitanti, a Nichelino 14,3, a Vinovo 18,3, a Poirino 14,4, a Moncalieri 13,9. Come nella seconda ondata, a differenza della prima, questa volta si salvano dal Covid solo piccoli municipi abitati da qualche decina di persone, tutti paesi di montagna nella zona nord ovest della provincia. E sono solo 13: Salza di Pinerolo, Massello, San Giorio, Usseglio, Lemie, Balme, Moncenisio, Ceresole Reale, Noasca, Ribordone, Ingria, Traversella e Vialfré. Piccole frazioni deserte di giorno e di notte, con qualche luce alla finestra che si accende e che poi, subito dopo il tramonto, viene spenta. Comuni dove in prevalenza vivono pensionati e molti edifici sono seconde case di chi oggi abita lontano. E se Torino, almeno al momento conta 7.003 persone positive, segue Settimo Torinese con 536 infettati. Nichelino (460) Nella triste classifica ci sono poi: Moncalieri (518), Venaria Reale (463), Nichelino (461), Rivoli (460), Collegno (424), Grugliasco (380), Pinerolo (372), Chieri (209), Chivasso (235), Rivalta (218), Orbassano (204), Rivarolo Canavese (178), Ivrea (166), Cirié (159), San Mauro (153), Piossasco (150), Leinì (148), Giaveno (145), Alpignano (142) Vinovo (138), Avigliana (129), Volpiano (123), None (122), Castellamonte e Volvera (119), Pianezza (118), Borgaro (117), Caselle (110) e Santena (108). In generale nei comuni dell’Asl To5, nella zona sud dell’hinterland le percentuali sono più alte. «È perché facciamo molti tamponi – spiegano dalla direzione sanitaria – e in questo periodo, come accaduto anche durante la seconda ondata, abbiamo in corso un’ampia attività di screening con i tamponi rapidi e, ovviamente, stanno emergendo molti positivi».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo