torino coprifuoco cq
News
Dopo l’exploit nei contagi

Covid, anche in Piemonte scatta il coprifuoco: via al “lockdown notturno” a partire da lunedì

Blocco dalle 23 alle 5: per gli spostamenti, consentiti solo per comprovate necessità e urgenze, torna l’autocertificazione

Emergenza Covid: dopo l’exploit nei contagi, anche il Piemonte ha deciso di “cautelarsi” con il coprifuoco, adottando il blocco totale notturno dalle 23 alle 5 del mattino, vietando dunque gli spostamenti se non per comprovate urgenze (esigenze lavorative, situazioni di necessità e urgenza, motivi di salute oppure il rientro a casa o presso la propria dimora) che dovranno essere comunque certificate attraverso una autodichiarazione.

MISURE DOLOROSE MA CONDIVISE
Ad annunciarlo, il governatore Alberto Cirio. “Sono misure dolorose, ma condivise perché l’aumento del contagio degli ultimi giorni impone regole più rigide” ha commentato il presidente in merito al varo del coprifuoco.

SISTEMA SANITARIO STA FACENDO IL MASSIMO
“Il sistema sanitario regionale piemontese e tutto il personale – ha aggiunto Cirio – stanno facendo il massimo. ll potenziamento dei posti letto, delle terapie intensive e dei laboratori ci permette di combattere questa battaglia con maggior forza, ma servono comunque misure di contenimento modulate sull’evolversi dell’epidemia. Per questo lavoriamo ogni giorno con gli altri Presidenti, il Ministero della Salute e i nostri epidemiologi, monitorando ora per ora la situazione, pronti ad assumere, con la prudenza che ci ha contraddistinto fin dall’inizio, ogni decisione si renda necessaria per tutelare la salute pubblica”.

IN RIUNIONE CON LA GIUNTA
“Stiamo valutando il da farsi, decideremo entro stasera”, aveva detto il governatore piemontese intervenendo, questo pomeriggio, ad “Un giorno da pecora”, il programma di Radio Uno. Fin dalle prime ore del mattino il capo del governo regionale era stato in riunione con la sua giunta, insieme con esperti e direttori sanitari per verificare la tenuta degli ospedali.

CONFRONTO CON ENTI LOCALI, POI L’OK
Nel pomeriggio, l’esecutivo di piazza Castello si è confronto a lungo anche con gli enti locali, i prefetti e le associazioni di categoria prima di prendere la decisione. Alla fine, ecco arrivare l’annuncio con il via libera al lockdown notturno anche in Piemonte. La misura sarà introdotta a partire da lunedì 26 ottobre.

Coprifuoco, clicca qui per scaricare l’ordinanza n. 833 della Regione 

Spostamenti, clicca qui per scaricare il modello dell’autocertificazione

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo