(foto di Giulio Lapone)
News
IL BOLLETTINO

Covid, 718 nuovi casi in Piemonte e 43 morti. Il 27 via al “Vaccine Day” in dieci strutture della regione con 910 dosi

Gli asintomatici sono 305 (42,5 %). Ricoveri in rialzo: in terapia intensiva ci sono 230 persone (+ 9 rispetto a ieri)

E’ di 718 persone risultate positive al Covid-19 (di cui 107 dopo test antigenico) il bilancio dei nuovi casi di contagi in Piemonte, nel bollettino stilato, oggi, dall’unità di crisi della Regione Piemonte. Un dato che è pari al 6,9 % dei 10.362 tamponi eseguiti, di cui 4.524 test antigenici. Dei 718 nuovi casi, gli asintomatici sono 305, pari al 42,5 %.

LA DISTRIBUZIONE DEI CASI
I 718 nuovi casi sono così ripartiti: 215 screening, 321 contatti di caso, 182 con indagine in corso; per ambito: 35 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 51 scolastico, 632 popolazione generale.

DECEDUTI IN 43
Secondo i dati dell’Unità di crisi, sono invece 43 i decessi di persone positive al test del Covid-19, di cui 5 verificatisi oggi. Il bilancio dei decessi si attesta così a quota 7.571 persone dall’inizio pandemia.

RICOVERI IN RIALZO
In rialzo il numero dei ricoveri: sono 3.409 (+20 rispetto a ieri), di cui 230 (+ 9 rispetto a ieri) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 37.441. I pazienti guariti dal morbo sono complessivamente 144.440 (+702 rispetto a ieri).

IL 27 “VACCINE DAY” IN PIEMONTE
Nel frattempo, secondo quanto annunciato questa mattina in Quarta Commissione del Consiglio regionale del Piemonte, presieduta da Alessandro Stecco, dall’assessore alla Sanità Luigi Icardi e dal coordinatore per la gestione dell’area giuridico-amministrativa dell’Unità di crisi, Antonio Rinaudo, “anche il Piemonte prenderà parte, domenica 27 dicembre, al Vaccine Day e somministrerà le prime 910 dosi di vaccino anticovid in 7 strutture ospedaliere e 3 case di riposo”.

LE STRUTTURE OSPEDALIERE COINVOLTE
“Le strutture ospedaliere coinvolte – è stato spiegato – saranno l’Amedeo di Savoia, il San Giovanni Bosco, il Mauriziano e la Città della Salute a Torino, l’Arrigo ad Alessandria, il Maggiore della Carità a Novara e il Santa Croce e Carle a Cuneo. Le Case di riposo, invece, saranno quella della Città di Asti, la De Pagave di Novara e quella di Rodello a Cuneo.

GIA’ COSTITUITI I TEAM
Sono già stati costituiti i team di chi vaccinerà e raccolti i dati di chi si sottoporrà alla vaccinazione, che verranno poi registrati sulla piattaforma nazionale. Dopo le festività natalizie, invece, avrà inizio la prima fase della vaccinazione, “che riguarderà il personale sanitario di tutti i presidi ospedalieri e tutto il personale sanitario, amministrativo e di servizio che vi opera, inclusi i volontari delle Croci e il personale sanitario di tutti i presidi ospedalieri e tutto il personale sanitario, amministrativo e di servizio che vi opera, inclusi i volontari delle Croci e il personale delle Case di cura private per ottenere un sistema di Ospedali quanto più possibile “Covid free”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo