bullismo
News
I fatti risalgono tra febbraio del 2013 e settembre del 2014

Costrinsero un compagno di scuola a mangiare escrementi: il pm chiede 8 anni di carcere per i bulli

Il ragazzino ha raccontato di essere stato anche costretto a ubriacarsi, ad appartarsi con una prostituta e a subire atti sessuali con un ombrello

Costrinsero un compagno di scuola a mangiare escrementi: ora il pm chiede 8 anni per i due bulli che, tra febbraio del 2013 e settembre del 2014, rovinarono la vita a un sedicenne che frequentava un istituto professionale della provincia di Torino.

UNA STORIA ORRIBILE.

Il ragazzo trovò la forza di denunciare i due, di qualche anno più grande, raccontando tutti gli atti di bullismo subiti: non solo sarebbe stato costretto a mangiare escrementi, ma anche a ubriacarsi, ad appartarsi con una prostituta e a subire atti sessuali con un ombrello. I due hanno sempre respinto ogni accusa.

IL PROCESSO.

Questa mattina, in Tribunale, il pm Dionigi Tibone ha chiesto una pena di otto anni e mezzo di carcere per i due ragazzi accusati di stalking, violenze e lesioni nei confronti di un loro compagno di scuola.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo