figlia 11 anni rapporti
Cronaca
CHIVASSO

Costringeva la figlia di 11 anni ad assistere ai rapporti sessuali

La mamma e il suo amante sono stati condannati ieri per gli abusi

Costringevano una 11enne ad assistere ai loro rapporti sessualiLa madre della ragazzina e il suo amante sono stati condannati dal tribunale di Ivrea per violenza sessuale aggravata.

I fatti risalgono al 2017 e sono imputati per violenza sessuale aggravata un uomo di 61 anni di Brandizzo, difeso dall’avvocato Pio Coda, e una donna di 50 anni di Chivasso, madre della bambina, difesa dall’avvocato Nicoletta Masuelli (all’imputata era contestato anche il reato di maltrattamenti). Al termine dell’udienza di mercoledì scorso sono stati condannati entrambi con il rito abbreviato, lui a tre anni e otto mesi e lei a due anni e sei mesi, con la pena accessoria di un risarcimento provvisionale di 5mila euro per la vittima (che si è costituita parte civile con l’avvocato Federica Cerrato).

A quell’epoca i due imputati si frequentavano, erano amanti, e per appartarsi in luoghi discreti si ritrovavano in auto nelle campagne chivassesi e dei paesi limitrofi, tra il Canavese e la prima collina di Torino. Lei per coprire questi incontri segreti non si sarebbe fatta remore a portarsi appresso la figlia, allora 11enne, avuta con il compagno che stava tradendo. Non solo la costringeva ad assistere, ma alla fine l’imputato avrebbe rivolto sulla piccola le sue attenzioni, abusandone durante quegli incontri con la madre.

La vittima, esasperata dopo diversi episodi, tentò di ribellarsi, ma l’imputata al posto di aiutarla cominciò a picchiarla prendendola a schiaffi e bastonate, minacciandola affinché non rivelasse al padre cosa le stava accadendo e degli incontri segreti della madre con l’amante ai quali lei era costretta, suo malgrado, a partecipare. Fu la sorellastra, una ragazza 21enne a raccogliere gli sfoghi e le confessioni della piccola vittima, spronandola a denunciare gli abusi.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo