Termosifone
Cronaca
LE TESTIMONIANZE

«Costretti in casa con il cappotto». Il grido di protesta delle popolari

Lamentele a raffica su Facebook. E nel complesso di via Arquata ci sono 17 gradi

Ieri e l’altro ieri il profilo Facebook Atc era preso d’assalto: «In via San Massimo 33 i termosifoni non sono ancora accesi». E via con le segnalazioni, da praticamente tutti i quartieri popolari di Torino. Ma anche da Rivoli, Nichelino, Grugliasco, Moncalieri: «Ore 7:32 di oggi, 4 novembre, a largo Leonardo Da Vinci 1 impianti spenti e fa freddo. Ho una neonata e un bambino» scrive una mamma. «Anche stamattina si gela» aggiunge un altro. Eppure il riscaldamento dovrebbe essere acceso dalle 6 alle 9, così come dalle 18 alle 21. Le “famose” sei ore totali per cui anche il Comune ha espresso preoccupazione.

Anche perché si rischiano temperature polari nelle altre ore della giornata, come dimostra il reportage col termometro nel complesso popolare di via Arquata, a due passi dalla sede centrale di Atc: nell’appartamento di Rodolfo Rivas, al civico 13, l’apparecchio segna 16.8 gradi. Infatti lui indossa la giacca: «Mi auguro che adesso la temperatura salga un po’ ma per adesso resistiamo». Intervengono Andrea e Mariana Maidana: «Noi speriamo che in inverno non faccia troppo freddo: noi veniamo dall’Argentina e non siamo abituati».

Guarda avanti anche Luis Barnini Restrepo: «Io arrivo dalla Toscana e non ho mai visto un caldo del genere in questo periodo: in 9 anni a Torino, è la prima volta che faccio il 31 ottobre in maglietta. Diciamo che il riscaldamento globale ci sta aiutando: già paghiamo bollette doppie. Vedremo come saremo messi a gennaio». Barnini Restrepo “ringrazia” anche per le caratteristiche degli edifici di via Arquata, «dove gli infissi fanno la differenza: aiutano a tenere il calore, ma spesso fanno rimanere il freddo».

Parla dello stesso tema anche il suo vicino Andrea Lilyan Mountadi: «Per il momento, negli appartamenti, si resiste ancora ma forse Atc dovrebbe sostituire gli infissi più vecchi. Conviene investire su quello invece che sulle facciate, come hanno fatto nei condomini che si affacciano su corso Turati». Si augurano interventi anche gli utenti che, su Facebook, segnalano i ritardi nell’accensione degli impianti.

A tutti Atc ricorda che le centrali termiche si sono accese giovedì per il primo giorno «ed è normale che i primissimi giorni siano di assestamento affinché gli impianti arrivino tutti alla giusta temperatura per garantire il confort climatico. Coloro che riscontrassero comunque guasti e malfunzionamenti possono in qualunque momento segnalarli al numero verde Atc 800-301.081, gratuito e attivo H 24».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo