News
E’ successo nella zona di Stupinigi, alle porte di Torino

Costretta a pagare il “pizzo dell’amore” per poter lavorare, prostituta si ribella e fa arrestare due sue “colleghe”

Coppia di albanesi fermata dai carabinieri di Nichelino: le donne avevano minacciato di morte una giovane romena

Una coppia di prostitute albanesi di 24 e 25 anni, abitanti a Torino, sono state arrestate dai carabinieri con l’accusa di aver minacciato di morte una giovane romena 21enne, anche lei prostituta, perché non aveva ancora pagato “la prima rata assicurativa” per poter lavorare nella zona di Stupinigi, alle porte di Torino.

LA DONNA DENUNCIA TUTTO AI CARABINIERI
Nei giorni scorsi era stata la stessa vittima a rivolgersi alle forze dell’ordine denunciando di essere rimasta vittima di un tentativo di estorsione da parte di una donna che le aveva chiesto il “pizzo” per poter svolgere l’attività di prostituta.

MINACCIATA CON UN COLTELLO
Nell’occasione, la donna era stata minacciata con un coltello. La ragazza ha anche raccontato ai carabinieri di aver già ricevuto richieste simili fin da gennaio ma di averle sempre respinte.

L’ARRESTO DELLE ALBANESI
L’immediato intervento dei militari ha consentito di beccare le due albanesi praticamente con le mani nel sacco: le ragazze, infatti, sono state fermate subito dopo aver minacciato di morte la vittima.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo