Ministro Costa Appendino ok
News
Con la sindaca Appendino alla scuola Vittorio Veneto di via Sospello per la Giornata nazionale degli Alberi

Costa: “Inceneritori superati, saranno chiusi. Ma quello di Torino resterà attivo fino al 2032”

In campagna elettorale il Movimento 5 Stelle aveva ipotizzato uno spegnimento anticipato del Gerbido, ma il ministro all’Ambiente frena: “Funzionerà fino al termine del contratto”

“Gli inceneritori? Sono superati ed economicamente non convengono più. Sarà la storia a farli chiudere”. Sono le parole del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, a Torino in occasione delle celebrazioni della Giornata nazionale degli Alberi.

Dunque, inceneritori da chiudere. Ma non tutti. “Se la raccolta differenziata continuerà a crescere gli inceneritori sono cosa morta, a parte quelli ancora in uso per obblighi contrattuali come quello di Torino che cesserà di essere attivo nel 2032”.

Una dichiarazione, questa, non proprio in linea con le promesse del Movimento 5 Stelle in campagna elettorale: i pentastellati, infatti, avevano ipotizzato uno spegnimento anticipato per il termovalorizzatore del Gerbido.

Costa, insieme alla sindaca Chiara Appendino, si è recato presso la scuola Vittorio Veneto di via Sospello: con gli studenti hanno piantato nuovi alberi.

“Torino – ha sottolineato Appendino – sta investendo in modo particolare su ambiente e sostenibilità: l’obiettivo è arrivare al 63% di raccolta differenziata entro il 2023”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo